Apple: primi passi verso la iCar

Con la iCar in testa, Apple sta già facendo i primi passi nel settore automotive. E nei laboratori di Cupertino già si lavora ad una maggiore integrazione tra iOS e le automobili della prossima generazione

Apple: primi passi verso la iCar

Le auto sono i prossimi dispositivi mobili: saranno sempre connesse e progettate per comunicare con smartphones e tablets.

Apple pare non volersi lasciare sfuggire le possibilità che offre questo nuovo mercato: il settore auto rallenta, ma la competizione tra i costruttori sta stimolando sempre più lo sviluppo tecnologico. Il recente accordo siglato da Apple con Ferrari pare essere solo l’inizio per una maggiore integrazione degli iDevice con le auto.

Apple: primi passi verso la iCar

Ufficialmente la collaborazione prevede lo sviluppo di un innovativo sistema di infotainment per le auto del Cavallino Rampante, anche se è probabile che l’azienda di Cupertino non si voglia fermare solamente a questo, ma lavorare per qualcosa di ben più rivoluzionario.

Indiscrezioni segnalerebbero la volontà di Apple di sviluppare in maniera ulteriore l’integrazione di iOS con i computer di bordo delle automobili.

A supporto dei rumors ci sono le nuove posizioni lavorative aperte nella sezione jobs dell’azienda di Cupertino. Tra le figure richieste ci sarebbe un Software Quality Assurance Manager, il cui compito sarebbe quello di assicurarsi di rendere migliore l’integrazione tra i dispositivi di casa Apple e gli stereo delle automobili. Altre openings riguardano invece lo sviluppo di applicazioni e frameworks sempre rivolti al settore automotive.

Apple: primi passi verso la iCar

Nonostante diversi modelli di svariati costruttori offrano già la possibilità di interfaccia con i prodotti Apple, sembra che le maggiori opportunità di integrazione degli iDevice con i cruscotti delle auto sia offerta dal rivoluzionario “Siri Eyes Free”, che dà la possibilità a chi guida di dettare messaggi, eseguire brani musicali e chiamate senza bisogno di distogliere gli occhi dalla strada.

Proprio questo grande vantaggio a livello tecnologico sta ormai facendo desistere i produttori a sviluppare sistemi di comando vocale propri (costosi, poco utilizzati o inefficienti) a favore dell’integrazione con gli smartphones.

Apple: primi passi verso la iCar

Visto anche il recente deposito di alcuni brevetti, le voci di corridoio già segnalano che nei laboratori di Apple si stia studiando un vero e proprio sistema multimediale e di navigazione che ha l’obiettivo di sostituire i sistemi degli attuali costruttori.

Le notizie degli ultimi giorni paiono inoltre confermare alcune indiscrezioni che erano già filtrate in passato sulla volontà, da parte di Apple, di sviluppare un’automobile che ricalchi la filosofia del marchio. Siamo di fronte al primo step per il futuro sviluppo della iCar?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?