Da metà Gennaio Instagram potrà riutilizzare e vendere le vostre foto più belle

La nuova policy della social app scontenterà sicuramente molti utenti

Vi pavoneggiate spesso con i vostri amici per le belle foto che riuscite a fare e pubblicare grazie ai filtri Instagram? Bene, vi avvertiamo: dal 16 Gennaio 2013 il social network avrà la possibilità di rivenderle… senza dirvi nulla né dovervi offrire alcuna remunerazione!

La nuova policy è uno degli effetti dell’acquisto della social app da parte di Facebook, che in queste ore ha effettivamente dichiarato il proprio diritto di ‘girare’ le foto pubbliche ad aziende e brand che lo richiedono e che potranno così utilizzarle anche per le loro azioni di advertising. Aprendo di fatto una nuova era nel ciclo di vita dello stesso Facebook, più orientato verso la distribuzione e vendita online di immagini… molto appealing, aggiungiamo noi!

Ma cosa significa, in soldoni, questo shift? Citando cnet:

[…] che un hotel nelle Hawaii, per esempio, potrebbe comprare da Facebook la licenza delle foto scattate nel resort e utilizzarle sul sito web, nei commercial, nelle brochure, etc., senza pagare un soldo all’utente Instagram che ha scattato la foto.”

Con questa mossa, la già traballante reputazione di Facebook sicuramente subirà un altro colpo, mentre la nuova opzione aprirà delle praterie ancora inesplorate per i marketer.

Non occorre nemmeno dire che la risposta degli utenti è stata tutto fuorché entusiasta, e le ragioni pubblicate a sostegno del cambiamento non sono parse per nulla solide né convincenti:

”Questo significa che possiamo combattere lo spam in modo più efficace, monitorare il sistema e i problemi di affidabilità più velocemente, e creare feature migliori per tutti comprendendo come Instagram viene utilizzato.”

Ah, se non avete mai aperto il vostro spazio su Instagram non siete affatto ‘al sicuro’: magari siete stati fotografati da amici e la vostra immagine è sembrata particolarmente appetibile a qualche advertiser :-)

In generale sono tante le riflessioni che si potrebbero fare a proposito di questa nuova ‘mossa’: vi promettiamo un imminente articolo a proposito.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?