52 Shades of Greed, le carte di Occupy Wall Street

28 artisti per un mazzo di carte davvero speciale

Non fatevi ingannare dal nome, non stiamo parlando del quarto capitolo del famoso romanzo che ha spopolato nel gentil sesso, ma di un modo alternativo ed intelligente di fare informazione. 52 Shades of Greed (52 sfumature di cupidigia) è il mazzo di carte che il movimento di protesta Occupy Wall Street ha pensato di realizzare per diffondere informazioni sui giocatori di quello che noi chiamiamo “mondo del sistema finanziario”.

Tutto è iniziato con alcuni membri del movimento che hanno contattato l’illustratore Marc Scheff, parlandogli di “52 Shades of Greed” un progetto d’illustrazioni con lo scopo di educare la gente sull’attuale recessione americana attraverso un mazzo di carte. In pochi giorni il progetto ha coinvolto in una grande collaborazione 28 artisti di tutto il mondo, facendo aumentare il numero di carte da 52 a 56, le classiche 52 da gioco più 4 bonus. Le carte rappresentano il sistema finanziario non solo attraverso le banche ma anche attraverso istituzioni, agenzie di rating, personaggi e teorie economiche.

Il mazzo “52 Shades of Greed” può essere acquistato attraverso il sito 52shadesofgreed.com in varie forme, si parte da una base di 5$, che corrisponde al file pdf con tutte le illustrazioni del mazzo, fino ad una donazione a 2800$ in su che comprende THE FLUSH: una stampa 11×14 di una carta a scelta firmata dall’artista, 7 mazzi di carete in edizione limitata con contenitore realizzato appositamente, un poster 18×24 di tutte le carte, un adesivo con il retro delle carte, il pdf con tutte le carte + THE “ALL IN”: un mazzo completo con tutte le carte firmate dagli artisti in un box realizzato appositamente + THE CASINO: un poster in edizione limitata firmato dagli artisti rappresentante ogni carta.

Da settembre è a disposizione anche “52 Shades of Progress“, un mazzo gemello sempre acquistabile nel sito, che include illustrazioni degli eroi di Main Street, opportunità di azioni dirette, pensieri economici innovati e molto altro.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?