Adattare il lavoro da freelance a 5 tipologie di personalità

5 tipi di personalità per capire come diventare un buon freelance

Non riesci a decollare come freelance? forse è solamente colpa tua, o meglio, della tua personalità. Ovviamente, in un rapporto lavorativo, dovrebbe essere messa al primo posto la qualità del lavoro svolto, ma a volte, la personalità può essere un grande ostacolo che può creare moltissimi problemi. Di seguito analizzeremo 5 tipologie di personalità e cercheremo di spiegare quali sono le sfide specifiche a cui vanno incontro.

IL PERFEZIONISTA

Appartieni a questa categoria se cerchi costantemente i difetti nel tuo lavoro e non ti risparmi nemmeno per quello degli altri! Tendi ad avere altissimi standard di qualità e ad essere molto pignolo con i dettagli. Le piccole cose contano e tu lo sai bene.
Ovviamente quando un cliente richiede precisione e cura tu sei la persona perfetta, gli garantirai un lavoro al top e sarai felice di presentarglielo con perizia e fierezza.

Una sfida che i perfezionisti devono superare è sicuramente quella delle deadlines. La loro pignoleria li porta a revisionare costantemente il lavoro e questo può causare un ritardo nella consegna. Devono imparare a capire quando il loro lavoro è buono abbastanza per il cliente.
Un secondo problema risiede nel fatto che finiscono per essere ipercritici sui loro lavori e tendono a scovare difetti che magari non sono evidenti o importanti per gli altri.

IL SOCIEVOLE

Fai parte dei socievoli se fai amicizia con ogni persona che incontri. Piaci subito a tutti e ami passare il tempo con loro per poter magari conoscere anche i lori amici! Questa categoria brilla nel networking e riesce a costruire relazioni profittevoli con chiunque. Ovviamente saranno poi avvantaggiati nel trovare sempre nuovi clienti per cui lavorare.

La sfida per eccellenza che devono superare è sicuramente quella di terminare il proprio lavoro. Spesso i socievoli sono tentati a spendere tutto il loro tempo con gli amici, magari davanti ad un caffè, o sui social networks.

La seconda sfida verterà sulla fiducia. Grazie alla naturale predisposizione nel voler aiutare gli altri, i socievoli potrebbero trovarsi di fronte persone poco affidabili. Devono cercare di essere molto attenti e, in caso di sospetti, devono assicurarsi sempre di proteggere e tutelare il loro lavoro.

IL RIBELLE

Sei un ribelle se non puoi sottostare alle regole e alle restrizioni di un lavoro a tempo indeterminato. Sei dotato di un’intelligenza particolare e di brillanti idee, però spesso non riesci a comunicarle in modo adeguato e finisci per perdere la pazienza con il tuo interlocutore. Hai bisogno di lavorare da solo ed a casa tua, in modo che tutto sia sotto il tuo controllo.

I clienti attivi che vogliono sempre avere l’ultima parola non vanno d’accordo con i ribelli. Devono trovare clienti che non vogliano essere coinvolti in tutti gli step e che diano carta bianca per il progetto.
La vera sfida risiede nel trovare la pazienza e la calma per affrontare clienti che vogliono essere coinvolti e informati su ogni minimo cambiamento nel progetto. I ribelli non devono mai metterla sul personale, è solo lavoro!

IL MANIACO DEL CONTROLLO

Vai fuori di testa se non riesci a tenere tutto sotto controllo, odi delegare il lavoro ad altri e sei pignolo su ogni aspetto del tuo business. Questa categoria è composta da degli ottimi project manager, sanno sempre come migliorarsi e le naturali doti di organizzazione sono il vero punto forte su cui basare un business profittevole.

La prima sfida sarà quella di sforzarsi a delegare e a non pretendere di fare tantissime cose in poco tempo. Un altro punto dolente sono gli imprevisti. La loro pignoleria quasi maniacale li porterà a stendere un piano di emergenza e magari anche a stanziare dei budget speciali. Ottima cosa non c’è dubbio, ma non possono controllare qualsiasi cosa ed è possibile che prima o dopo succederà qualcosa di imprevisto che non sapranno subito affrontare. Prima accetteranno questo aspetto della vita lavorativa, prima riusciranno a risolvere i problemi.

IL TIMIDO

Siete sempre un pò in disparte, preferite starvene per i fatti vostri e vi viene l’ansia quando dovete incontrare un cliente per discutere del lavoro? Non preoccupatevi perché anche voi avete tanto da offrire.

Probabilmente una delle sfide più grandi dei timidi risiede nel networking e nella presentazione di loro stessi e dei loro lavori. Non devono disperare, perché molto spesso sono i clienti a parlare all’infinito e preparare una piccola presentazione di loro stessi, magari breve e concisa, sarà vista come cosa gradita.

Per risolvere il problema del networking c’è internet! Ormai le interazioni profittevoli si muovono online, grazie ai social networks e ai siti dedicati. Quindi non basta altro che sedersi davanti allo schermo del pc e iniziare a creare una catena di relazioni tranquillamente rintanati a casa.

E voi, a quale categoria appartenete?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?