Le 6 "A" per espandere il proprio business nel mercato islamico

Il mercato islamico è in forte sviluppo, nel 2030 si prevede una crescita del 35%: ecco allora sei chiavi di successo per coglierne opportunità di business

Le 6 A per espandere il proprio business nel mercato islamico

La religione ricopre un ruolo di grande importanza nella quotidianità dei fedeli musulmani, i quali devono condurre uno stile di vita shari’a compliant, cioè nel rispetto della legge coranica.

Il comportamento del consumatore musulmano è fortemente influenzato dai dettami del proprio credo, per questo motivo le aziende che decidono di espandere il proprio business in questi paesi devono necessariamente analizzare e comprendere la loro storia e tradizione.

I numeri del mercato islamico

L’islam è la seconda religione più diffusa al mondo, riunendo sotto di sè circa 1,5 miliardi di fedeli, che corrispondono al 25% dell’intera popolazione mondiale.

Le 6 A per espandere il proprio business nel mercato islamico

Distribuzione delle varie religioni per proporzione e numero di aderenti

In Europa sono presenti circa 44 milioni di fedeli islamici, mentre in Italia si contano circa 1,6 milioni di credenti. Queste stime sono destinate a crescere per due ordini di motivi: il primo riguarda gli elevati tassi di natalità dei paesi a maggioranza musulmana, mentre la seconda motivazione è relativa all’obbligo della da’wa, cioè della diffusione della fede.

Secondo quanto riportato da Libertàcivili, un bimestrale di studi e documentazione sui temi dell’immigrazione, nel 2030 i musulmani aumenteranno del 35% con una conseguente crescita del mercato islamico, che aprirà le porte a diverse opportunità di business anche per i brand occidentali.
Nei seguenti schemi sono riportate delle analisi statistiche sulla distribuzione delle varie religioni nel mondo.

Le 6 A per espandere il proprio business nel mercato islamico

Popolazione musulmana per grandi aree territoriali: stime al 2010 e proiezioni al 2030 (valori assoluti in milioni)

Le 6 “A” per espandere il proprio business nel mercato islamico

Acceptability
E’ necessario conoscere e comprendere profondamente la tradizione dei paesi musulmani in quanto, come precedentemente accennato, essa incide fortemente sulle scelte del singolo individuo.

Awareness
Il punto fondamentale nella strategia di espansione verso i mercati islamici sta nel divulgare la conoscenza del proprio brand. Il cliente islamico è molto attento a ciò che acquista e consuma, quindi è necessario informarlo in maniera precisa e dettagliata sulle caretteristiche della propria offerta.

Adequacy
E’ importante mantenere adeguati standard di qualità, questo si trova alla base di qualsiasi rapporto di fiducia. Il consumatore per essere fedele ad un brand deve vedere realizzate le proprie aspettative, in primo luogo relative alla qualità.

Accessability
Assicurare l’accessibilità dei prodotti, garantendne un’ampia distribuzione, è un fattore imprescibile. A questo scopo potrebbe essere utile instaurare degli accordi commerciali e partnership con le GDO.

Attack
In ogni mercato e per qualsiasi azienda è necessario fare attenzione e sapersi difendere dagli attacchi dei concorrenti.

Affinity
L’accettazione del proprio brand da parte dei consumatori musulmani è fortemente legata all’awareness. Il potenziale acquirente accetta un brand solo se esso sia ritenuto halal, termine arabo che indica “cioè che è consentito“, cioè rispettoso della tradizione e della fede islamica. Esistono diverse istituzioni che conferiscono la certificazione di leicità dei prodotti in esame, come la Brunei Halal Brand e la Commissione Halal Italia.

Le 6 A per espandere il proprio business nel mercato islamico

 

Le 6 A per espandere il proprio business nel mercato islamico

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?