Le 10 "C" della Cultura Aziendale

Come riuscire a motivare i dipendenti? Ecco alcune regole da seguire per trasmettere i core values dell'azienda

La cultura aziendale è un insieme di credenze, di norme e di valori condivisi dai membri di un’organizzazione.

Costruire una cultura aziendale solida e condivisa, che riesca quindi a creare un valore aggiunto, non è un’operazione semplice soprattutto per quanto riguarda il coinvolgimento dei dipendenti e la condivisione dei core values.

“BerylHealth’s Value Is In Its People” : il miglior modo per apprendere strategie efficaci è quello di analizzare casi che hanno raggiunto il loro successo puntando sulle capacità e sulla forte motivazione del capitale umano.

Berylhealth, società americana che offre servizi di consulenza e supporto per aziende operanti nel settore sanitario, ha fatto della cultura aziendale un pilastro della sua attività.

Il loro CEO, Paul Spiegelman , cura una rubrica su Inc., “The culture gap“.
Tra i suoi post ne abbiamo trovato uno nel quale evidenzia gli aspetti importanti per rafforzare la cultura in un’azienda, citando le strategie da lui adottate alla Beryl, “Le 10 “C” della Cultura aziendale“. Ecco quali sono.

(1) Core values


Non si tratta di frasi da appendere al muro per far scena, ma di valori ai quali ispirarsi nello svolgimento delle attività aziendali, che resteranno sempre uguali a prescindere da come cambia la società.
Per questo alla Beryl gli elementi della cultura sono insegnati fin dal primo giorno di lavoro di ogni dipendente, con scambi di opinione e di racconti su come sono vissuti tali valori quotidianamente dai dipendenti.

(2) Cameratismo

E’ importante conoscere i colleghi anche al di fuori del posto di lavoro. L’azienda spesso organizza feste, giornate a tema, giochi ed eventi, alcuni dei quali ormai sono diventati delle tradizioni come il ” giorno della famiglia”.

Esiste anche una rivista bimestrale, Beryl life, inviata ad ogni collaboratore.

(3) Celebrare i meriti

Riconoscere i meriti dei componenti del team è fondamentale. Anche se i complimenti fatti dal capo sono i preferiti, è piacevole sentir riconoscere le proprie doti anche dai colleghi. Per questo è stato istituito un programma, il PRIDE (Peers Recognizing Individual Deeds of Excellence), assegnato ai lavoratori meritevoli dai dipendenti stessi. Esistono poi dei concorsi trimestrali per le persone che hanno ricevuto i certificati PRIDE.

(4) Comunità


Parte del tessuto di una cultura aziendale di successo è il rapporto con la comunità locale. Anche se si tratta di una società internazionale, la Beryl ha lavorato molto anche in questo senso, dedicando ore e ore al servizio della comunità a Bedford, Texas (dove Beryl ha sede) per aiutare chi ha più bisogno.

(5) Comunicazione

La comunicazione è costantemente incoraggiata a tutti il livelli della società.
In particolare Paul organizza vari eventi sia formali, ad esempio dei meeteng trimestrali intensivi, o informali, come “chat e chew“, dei pranzi per 12-15 persone utili per stimolare la conversazione; spedisce mensilmente lettere personali a tutti i dipendenti; ha realizzato un sito web –Chiedi a Paul– per tutti i dipendenti più “timidi”.

(6) Coccola il personale

I dipendenti hanno bisogno di sapere che qualcuno si prende cura di loro, per questo è stato creato il sistema chiamato BerylCares. Il CEO riceve una mail quando accade qualcosa ad uno dei dipendenti (nascita, morte, incidente, matrimonio etc.). In questo modo può inviare gli auguri, fare una teleonata o una visita in ospedale.
C’e anche la posibilità di richiedere un supporto finanziario in caso di difficoltà.

(7) Commitment to Learning (Impegno nella formazione)

Investire nella crescita professionale dei dipendenti oltre ad incrementare il valore dal capitale umano è un motivo d’orgoglio per i dipendenti, perchè sanno che l’azienda crede nelle loro capacità.

All’inizio si possono organizzare attività minori, come club del libro, che hanno anche un risvolto sociale.
In seguito si può passare allo sviluppo di piattaforme di apprendimento on-line o di corsi di formazione manageriale.

(8) Coerenza

La cultura aziendale è basata sulla tradizione. Non si possono imporre eventi o programmi, il segreto è inserire attività coerenti con il momento e farle crescere piano piano. Possono essere necessari anche anni, non importa, l’obiettivo è quello di arrivare ad un punto nel quale i dipendenti amano sinceramente sia il posto dove lavorano che i propri colleghi.

(9) Connettere

Un boss non deve isolarsi o collocarsi su un piano superiore. Intratterere rapporti con tutti i ivelli è indispensabile. Paul partecipa a tutte le attività ludiche: recita in video comici o imbarazzanti, giornate a tema o tornei di ping-pong. “io rido e piango con i miei dipendenti” ammette.

(10) Chronicles


Non necessariamente tutti i membri dell’organizzazione conoscono la storia della società, ne le storie personali dei fondatori e cosa li abbia spinti a fondare l’azienda. Le persone vogliono sapere di far parte di qualcosa di unico e speciale, per questo può essere utile accogliere i nuovi dipendenti raccontando la storia della società.

Paul Spiegelman ci assicura che basta seguire questa lista e otterremo dipendenti motivati e impegnati. Non vi resta che provare e farci sapere se ha ragione.