Strip for Likes, l’idea hot di Stüssy Amsterdam per i Facebook fan

Promuovere la propria fanpage con una campagna all??insegna del ??proibito?: ecco il caso di Stüssy Amsterdam

Strip for Likes, l’ultima idea hot di Stussy Amsterdam

Cosa non si fa pur di aumentare i fatidici “Like” alla propria fanpage di Facebook? Ogni giorno ci troviamo di fronte ad aziende che ne escogitano una più del diavolo per riuscire ad accaparrarsi qualche fan in più.

L’ultima strategia, dir poco azzardata, arriva direttamente dalla roccaforte europea del “proibito”, ovvero la bellissima Amsterdam. E’ proprio qui che la nota casa di abbigliamento Stüssy (grazie alla sua agenzia Arnold Amsterdam) ha deciso di intraprendere un’attività social alquanto sexy: “Strip for Likes”. La campagna si basa su un funzionamento tanto semplice quanto furbetto: all’interno della welcome page di Stussy Amsterdam è stata inserita l’immagine di una modella molto vestita (di capi della nuova collezione Stüssy 2012), che inizia a spogliarsi pian piano. Ad un certo punto dello striptease, però, ahimè la modella si ferma improvvisamente, e compare invece una scritta molto chiara: “Like to see less”, che esorta gli utenti (già parecchi “incuriositi” a questo step dello spogliarello) a cliccare sul Like Button per proseguire con lo spettacolo.

Strip for Likes, l’ultima idea hot di Stussy Amsterdam

A questo punto la modella ricomincia la sua attività maliziosa di undressing fino ad arrivare, manco a dirlo, ad un altro punto di arresto, in cui per lasciarla continuare occorre condividere la pagina sulla propria bacheca o invitare qualcuno a cliccare “mi piace” per godere dello stesso spettacolo.

Strip for Likes, l’ultima idea hot di Stussy Amsterdam

Superato anche questo livello ci si aspetta grandi cose, no? Beh, guardate come si conclude la campagna. Un orgoglioso e poco raffinato dito medio inferto ai poveri (e ingenui) visitatori che si sono lasciati trasportare dall’enfasi iniziale credendo di ottenere chissà quale esibizione “hot”. Un finale con sorpresa, forse anche un po’ troppo volgare e presuntuoso verso gli utenti, dato l’intento non propriamente etico dell’azienda nel volersi accaparrare fan a iosa con lo strumento più facile e scontato del mondo.

Strip for Likes, l’ultima idea hot di Stussy Amsterdam

Nel frattempo, però, dall’inizio della campagna sono più di 5000 i Likes già guadagnati dalla pagina, e per un brand come Stüssy non sono male, soprattutto per avere l’occasione di presentare i propri capi della nuova collezione. Dunque, campagna azzeccata o l’ennesimo tentativo disperato e poco di classe? Quanto potrà durare l’effetto striptease? Quanti di questi 5000 utenti guadagnati hanno realmente prestato attenzione al brand, andando oltre la welcome page iniziale? Il dibattito è aperto, lasciateci una vostra opinione in merito!

Ah, stavamo quasi per dimenticarcene…Che ne è stato delle politiche stringenti di Facebook circa l’uso del Like Button a scopi commerciali e la pubblicazione non consentita di nudi e contenuti volgari? :)

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?