Fumetti in ospedale con Orso Bimbo di Maicol & Mirco [INTERVISTA]

Intervista semiseria ai fumettari "tremendi dal cuore tenero" che hanno colorato coi loro disegni un intero reparto ospedaliero.

Fumetti in ospedale con Orzo Bimbo di Maicol & Mirco

Maicol & Mirco sono due fumettisti biricchini e irriverenti, vengono da Grottammare (AP), hanno alle spalle parecchi anni di comics e illustrazione tra pubblicazioni indipendenti e riviste, con le loro storie tenere e feroci tutt’insieme, e fanno parte del collettivo SUPERAMICI.

Pochi giorni fa hanno inaugurato un’installazione veramente speciale…ben 30 metri di pareti da loro illustrate all’interno dell’Ospedale Santa Croce di Fano (PU), tutte pupazzosissime e coloratissime. Sono andata subito a chiedergli di più su questa iniziativa! Ci rispondono in coro, con tutta la spigliatezza che li contraddistingue! Attenzione! 😉

Come è nata l’idea di tappezzare le pareti del nuovo reparto di Geriatria con i personaggi di Orso Bimbo, la strip che pubblicate tutti i mesi su XL di Repubblica?

Maicol&Mirco: Siamo stati contattatati in gran segreto per  il “Progetto Arte in Ospedale” dalla critica Roberta Ridolfi. Il progetto nasce per sovvertire il potere e creare un mondo più giusto e più umano tramite l’intervento di artisti direttamente nelle strutture ospedaliere. Se avete un nonno in vita spezzategli un femore e ricoveratelo al Santa Croce. Vi sarà eternamente riconoscente.

Perché avete deciso di farlo?

Maicol&Mirco: Non abbiamo quasi mai dipinto muri, è uno sport molto pericoloso. Dipingere le pareti di un ospedale risulta essere molto più comodo e tranquillo. Un pò come tirare di boxe con la play-station.

Fumetti in ospedale con Orzo Bimbo di Maicol & Mirco

Quanto ci avete messo a realizzare tutto?

Maicol&Mirco: Abbiamo un modo diverso di misurare il tempo rispetto a voi essere umani. La nostra unità di misura temporale è il divertimento. Ci abbiamo quindi messo moltissimo divertimento per terminare l’opera.

Fumetti in ospedale con Orzo Bimbo di Maicol & Mirco

Avevate già colorato qualche altro luogo? Se si, avete avuto un’attenzione particolare pensando che stavate lavorando in un ospedale stavolta?

Maicol&Mirco: Abbiamo dipinto qualche muro, ma sempre in gruppo e sempre in luoghi ospitali, ripetiamo: dipingere i muri non fa per noi, troppo pericoloso. L’unica accortezza in più che  abbiamo usato all’ospedale è stata quella di lavarci le mani prima e dopo l’allestimento.

Fumetti in ospedale con Orzo Bimbo di Maicol & Mirco

Ma soprattutto…come l’anno presa gli anziani pazienti? E le persone che ci lavorano ogni giorno?

Maicol&Mirco: Gli anziani essendo la versione 2.0 dei bambini si sono divertiti da morire. Le persone che lavorano lì gli hanno però impedito di morire dal divertimento. Che spasso!

Pensate che questa iniziativa possa essere replicata in altri reparti? E in altre città?

Maicol&Mirco: Al Santa Croce esistono già diversi reparti allestiti, vi consigliamo di ricoverarvi sempre lì. Se però volete anche voi replicare il progetto nella vostra città (per meri motivi di pigrizia) allora occupate il più vicino ospedale e barricatevi dentro. Niente fa più paura di un ospedale occupato. Cederanno presto.

 

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?