Le rappresentazioni grafiche non convenzionali al Bil Bol Bul di Bologna

Spunti creativi direttamente dal Festival Internazionale del fumetto di Bologna, edizione 2011.




Bil Bol Bul 2011

Immagini in movimento, performance, audiovisivo, handmade e non solo. I  nuovi approcci narrativi si affermano nel contemporaneo e coinvolgono i lettori di tutte le età. Parola chiave: Incanto. Quella sensazione che ti fa tenere gli occhi incollati a quello che stai guardando ma ti fa anche volare con la fantasia.

Idee in circolo dagli eventi svolti durante il Bil Bol Bul, il Festival Internazionale del fumetto di Bologna, edizione 2011:
Il teatrino dell’ebbrezza: Florent Ruppert e Jérôme Mulot riutilizzano in chiave contemporanea quei meccanismi ottici che ricordano la magia del pre-cinema, costruendo un’installazione con impianto narrativo che puoi guardare e “azionare”. In mostra fino al 3 aprile 2011.


Disegni a 45 giri, live painting: Alessandro Baronciani, invita il pubblico ad una sessione di disegno “live” nella Galleria Spazio Blu,  per il tempo di un disco a 45 giri.  Gli spettatori infatti  sono invitati a portare il disco che preferiscono per ascoltarlo durante lo svolgimento della performance. Sulle pareti intanto prendono vita i personaggi che troviamo nel suo ultimo libro Le ragazze nello studio di Munari, Black Velvet Editrice.  I disegni eseguiti durante la session sono in mostra fino al 6 aprile 2011.

Pasolini. L’incontro: Davide Toffolo racconta la genesi dello spettacolo di disegni e musica “Pasolini. L’incontro”e presenta in anteprima nazionale il documentatio di Pasqualino Suppa che racconta la tournè del 2008 durante la quale l’artista ha eseguito, accompagnato dal suo gruppo, i Tre Allegri Ragazzi Morti, questa performance.
E’ in uscita per Coconino Press la riedizione del libro Pasolini accompagnata da DVD e un nuovo tour dello spettacolo.

Teiera: Teiera,  piccola etichetta indipendente creata da Cristina Spanò e Giulia Sagramola, promuove giovani fumettisti, illustratori, grafici, e tutto ciò che è comunicazione visiva e narrazione. Progetti monografici stampati e rilegati principalmente a mano, con cura e attenzione. Invito per un incontro informale in sala da thé la presentazione dell’ultimo: Foto di gruppo.

Le visioni urbane di Zero: Una nuova geografia urbana illustrata è la proposta di Zero guide. A Milano, Roma, Torino e Napoli ci sono le guide illustrate da Massimo Giacon, Tuono Pettinato, Marino Neri, Alessandro Tota e Lapis Niger. A distribuzione gratuita, per trovare tutto quello che non stavate cercando ma in cui non potrete fare a meno di perdervi.

{noadsense}