Personal Guerrilla Marketing: promuovere se stessi con il Marketing Non-Convenzionale [PERSONAL BRANDING]

Silvia Carbone
Silvia Carbone

Marketing Manager @ Ninja Academy

Cari Guerrieri,

prosegue il nostro viaggio alla scoperta del Personal Branding: oggi ci occuperemo di quello che diversi autori, tra cui Luigi Centenaro e Tommaso Sorchiotti chiamano Personal Guerrilla Marketing.

Ma facciamo un passo indietro. Il termine Personal Branding è stato coniato nel 1997 da Tom Peters di FastCompany. Secondo Peters io sono il CEO della mia azienda: “Me Inc.” (o “Io S.P.A.” se preferite).

Con il termine Personal Branding si definisce infatti “il processo di creazione e gestione del proprio Brand, inteso non solo dal punto di vista professionale ma anche come somma di tutti quegli elementi che rendono unica una persona. Il Personal Branding è il vero motivo per cui un cliente, un datore di lavoro o un partner sceglie te al posto di un altro, un tuo progetto in luogo di quello di un tuo competitor”.

Perché parlarvi del Personal Guerrilla Marketing? Perché ovviamente i mezzi per diffondere il proprio brand sono tantissimi. Il Personal Guerrilla Marketing rappresenta un modo “particolarmente creativo” di promuovere se stessi, ovvero è l’utilizzo della “filosofia” del Guerrilla Marketing (e più in generale del Marketing Non-Convenzionale) applicata al Personal Branding. Vediamo qualche esempio:

1. THE GOOGLE JOB EXPERIMENT

Alec Brownstein è un copywriter americano, che ha utilizzato Google Adwords per inviare il suo curriculum in modo innovativo.

Alec ha puntato 6 $ di budget sull’egosurfing dei principali direttori creativi delle agenzie di New York. Oggi Alec lavora come copywriter nell’agenzia Y&R di New York!

2. COPYWRITER SI METTE ALL’ ASTA SU EBAY

Eugeniy Danilov è un copywriter russo che ha messo all’asta su Ebay un Cannes Lions Grand Prix, l’ambito e celebre Festival Internazionale della Pubblicità. Eugeniy non aveva vinto il premio, ma era convinto di poterlo vincere grazie al proprio lavoro negli anni futuri.

Oggi Eugeniy lavora come copywriter alla Saatchi & Saatchi di Mosca!

3. CLIO MAKE-UP

Clio Zammatteo (aka Clio Make-up) è una make-up artist italiana, che dopo aver frequentato un corso di Video Design allo IED di Milano, decide di trasferirsi a New York. A New York frequenta un corso di Make-up all’istituto MUD, Make Up Designory. Mettendo insieme le sue passioni, Clio realizza dei video tutorial sul make-up visibili sul suo canale YouTube.

Clio diventa in pochissimo tempo una web-celebrity, complice di essere stata la prima make-up artist italiana su YouTube. Clio ha ottenuto una grande attenzione da parte dei media: hanno parlato di lei il Corriere della Sera, All Music, Canale 5 e Radio 2. Oggi Clio vive a Brooklyn e, oltre ad aver scritto un libro, collabora con Pupa e diverse testate online, tra cui Vogue.

4. DER DOCTOR GUERRILLA

Der Doctor Guerrilla è un creativo marchigiano freelance, che per catturare l’attenzione di direttori creativi ha realizzato una campagna di Personal Guerrilla Marketing, incartando in stile macelleria mani, cervelli, cuori e fegati accompagnati da vari claim come: “Serve una mano?“, “serve del fegato in azienda per fare guerrilla marketing?” o ancora “servono nuove idee?“.

5. LA MAPPA DEI SOCIAL NETWORK

Un altro esempio di Personal Branding Online ci viene suggerito (tramite Twitter 😉 ) dal blog di Luigi Centenaro e riguarda Vincenzo Cosenza (aka Vincos) e “la Mappa dei Social Network“. Vincenzo ha realizzato una mappa (periodicamente aggiornata), che raccoglie i dati di Alexa e Google Trends for Website dei social network più popolari del mondo.

La sua creazione è stata pubblicata da diversi media online di tutto il mondo, come ad esempio TechCrunch ed Economist.

6. LO SPOILER SULLA SCENEGGIATURA DEL FINALE DI LOST

L’ultimo caso di Personal Branding Online d’eccellenza di cui parleremo riguarda Gianluca Neri di Macchianera. Gianluca, il blogger che 5 anni fa pubblicò sul suo blog lo scoop sul rapporto Calipari “senza omissis”, ha pubblicato in anteprima mondiale la sceneggiatura dell’ultima puntata di Lost, scoop che ha avuto risonanza mondiale e di cui hanno parlato anche New York Times, New York Magazine e MSNBC.

Nei prossimi giorni ci saranno altri articoli dedicati al Personal Branding Online.

Nel frattempo chi volesse iscriversi subito al corso, approfittando anche del prezzo scontato (disponibile fino al 22 Novembre), può scaricare qui il pdf con il programma e tutti i dettagli del corso (compreso il modulo di iscrizione). E’ anche possibile iscriversi al corso online qui!

Per ogni ulteriore informazione vi rimandiamo al nostro post sul corso, oppure potete contattare Francesca Albrizio all’indirizzo francesca[@]ninjamarketing.it o chiamarla al numero 346 4278490.

{noadsense}