Kaffeemafia

Kaffemafia

Ah che bell’ ò cafè…

Non sono sicura che la famosa ricetta di Cicirinella cantata da Fabrizio De Andrè abbia travalicato il perimetro di Poggioreale, fatto sta che sulle note di Don Raffaè l’accoppiata caffè-malavita è arrivata anche Germania.

Uno stereotipo che ha stuzzicato la fantasia di un imprenditore tedesco a tal punto da indurre l’uomo a lanciare sul mercato un nuovo provocatorio marchio di espresso tutto italiano: il Kaffeemafia.

A bordo di una vecchia Fiat Grazia del ’65, il caffè viene pubblicizzato e servito durante le fiere più importanti del settore che si tengono periodicamente in terra alemanna.

Kaffeemafia

Con due rivoltelle al posto delle effe nel nome e un carro funebre come espositore, Kaffemafia non ha mancato di suscitare polemiche.

Qualcosa da obiettare e molto da commentare sull’immagine dell’Italia all’estero ma nulla da eccepire sull’idea imprenditoriale.

Beviamoci su…

Con rispetto, s’è fatta “la mezza” vulite ‘a spremuta o vulite ‘o caffè?

Scritto da

Roberta Collina

Laureata in Scienze della Comunicazione e specializzata in Comunicazione di Impresa, Roberta Collina comincia a muovere i primi passi nel Web 2.0 ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Korura .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it