Guerrilla Marketing a Roma e Milano per Mister Pops

Proboscide Mr Pops

Una campagna a 360° ha coinvolto la promozione di nuovo gelato della motta, Maxibon Pops.

Testimonial della campagna un buffo personaggio dalla lunga proboscide Mr Pops che ha fatto incuriosire decine di studenti romani e milanesi colpiti da un’azione di guerrilla marketing nel mese di giugno.

Dal 4 giugno in poi nelle vicinanze di scuole ed università di Roma e Milano, sono state avvistate piccole proboscidi arancioni tra tombini, sulle auto, vicino cartelli stradali, tra cassonetti dell’immondizia ed in cabine telefoniche.

L’operazione di guerrilla, della durata circa due settimane, è stata realizzata da JWT Chuco una divisione di una divisione di JWT Italia che opera con approcci di comunicazione alternativi. Un’azione mirata per gli studenti delle scuole superiori ha previsto il posizionamento di un piccolo Mr. Pops a fomra di portachiavi sui motorini. Questi portachiavi recavano istruzioni su come poter scaricare il gioco di Mr Pops sul cellulare per cominciare a giocare.

Alcune foto delle azioni di guerrilla marketing:

La proboscide di Mr Pops tra i cassonetti.

Proboscide Mr Pops sul Cassonetto

La proboscide di Mr Pops nei tombini.

Proboscide Mr Pops nel tombino

L’obiettivo della guerrilla è stato quello di creare traffico su un sito web dedicato, www.misterpops.it, ideato e realizzato da RMG Connect, dove è presente un advergame, sviluppato su 4 livelli, del mostriciattolo con la lunga proboscide che tenta di rubare maxibon pops ai passanti.

La campagna web anticipata a maggio da una campagna televisiva e radiofonica, si è avvalsa anche di formati banner rich media e si è autoalimentata anche grazie al passaparola generato dal world of mouth degli utenti che hanno gradito l’iniziativa ed hanno partecipato al concorso tutt’ora in vigore.