La rivincita della comunicazione dal basso:il caso Beppegrillo.it

Alex Giordano

direttore Centro Studi Etnografia Digitale

Il mese scorso Beppe Grillo lanciò dal suo blog un appello per raccogliere i 15 mila euro (più iva) necessari ad acquistare una pagina sul quotidiano italiano La Repubblica con una direttissima richiesta ad Antonio Fazio di dimettersi dal ruolo di governatore della Banca d’Italia.
Il fatto stesso che migliaia di visitatori del blog siano usciti di casa, andati in banca, fatto un bonifico di 5 euro (su di un conto corrente aperto presso la Banca Etica) per pagarne 3 di commissioni, per finanziare la pubblicazione dell’appello sulla Repubblica è il segno preciso che ai giorni nostri gli strumenti di comunicazione non omologata hanno la capacità di creare relazioni molto più forti con le persone che li seguono (è ora anche di finirla con la parola “target”) rispetto ai tradizionali mezzi/strumenti di comunicazione.
Oggi stesso, sul suo blog, Beppe Grillo presenta i dati di Alexa, sito che registra gli accessi dei siti web, che dimostrano come gli accessi al suo sito siano di gran lunga superiori a quelli delle edizioni online di importanti giornali come l’Unità e il Giornale.
Te lo dò io il giornale…
Comparazione posizionamento mondiale sito Unità on line con beppegrillo.itComparazione posizionamento mondiale sito Giornale on line con beppegrillo.it