Design

Brand New Roman è il font ispirato ai loghi dei brand più famosi

Creato per ironizzare sulla grandezza e sull'influenza dei brand che tutti conosciamo, in questo innovativo font ogni lettera corrisponde a un logo

Andrea Zucchiatti 

Copywriter and Marketing Assistant

Metodi, strategie e tecniche per ideare nomi efficaci. Scopri il Corso "Brand Naming" di Ninja Academy, 3 ORE On Demand con Daniela Montieri.

Il sito web dello studio creativo Hello Velocity recita "Hello Velocity creates thought-provoking internet experiences", e da qui si può intuire l'estro e la creatività del team dietro a questa agenzia con sede a New York e Boston. Uno dei suoi ultimi progetti, infatti, consiste nella creazione di un font unico nel suo genere, che utilizza i loghi o le forme distintive di marchi famosi in tutto il mondo, come Amazon, Facebook o Netflix, chiamato Brand New Roman. Una specie di parodia del celebre e classico carattere Times New Roman, creata partendo dai tratti immediatamente distintivi di brand noti a chiunque. Ogni lettera dell'alfabeto, sia in minuscolo che maiuscolo, corrisponde a un determinato logo, oltre ad alcune combinazioni particolari.

Brand New Roman Font Logos

Un font che ironizza sull'influenza dei brand più famosi

Il font è stato creato per ironizzare sul potere e sulla grande influenza di questi brand a livello globale. "Questo stadio del capitalismo è piuttosto strano", ha dichiarato il direttore creativo di Hello Velocity, Lukas Bentel. "Sembra il momento giusto per prenderlo in giro!". Al giorno d'oggi, infatti, i brand possono essere ovunque nel mondo e sono "affamati di attenzioni".

Il nuovo carattere tipografico di Hello Velocity li fa sembrare allo stesso livello, facendogli perdere tutte le connotazioni di potere e influenza di cui si servono ogni giorno per attirare i consumatori. La densità che si crea scrivendo una parola con il font, infatti, annulla tutte le associazioni legate all'identità di brand, che il logo normalmente comunica.

In fase di progettazione, lo studio ha rivelato che il team di design ha voluto utilizzare solo loghi che potevano apparire come elementi di branding autonomi, in modo che con un logo composto da una singola lettera o un simbolo che gli potesse assomigliare potesse immediatamente comunicare un collegamento tra lettera del font e brand a cui fa riferimento. Il progetto di design si è delineato dopo numerosi tentativi per trovare il set di lettere che funzionasse meglio, anche per rendere il font quanto più leggibile possibile.

Il team ha anche provato a restringere ogni lettera ai loghi che consideravano più riconoscibili, ma è stato necessario fare qualche eccezione. "Abbiamo rotto queste regole in alcune occasioni, quando era diventato impossibile soddisfarle. Ad esempio, vi sfido a pensare a un'azienda che usa la lettera I come un logo autonomo e leggibile!".

Brand New Roman Font Logo Starbucks

Brand New Roman Font Logo McDonald's

Brand New Roman Font Logo Facebook

Brand New Roman Font Logo CocaCola

Sempre mediante il suo direttore creativo, in un'intervista a Dezeen lo studio ha dichiarato di essere sempre stato interessato a sperimentare, criticare e fare satira sui sistemi economici e sul panorama commerciale, in particolare sul web. "Credo che il Brand New Roman sia esteticamente efficace, e ciò fa capire tutto il tempo, i soldi e la progettazione dietro alla creazione di ciascuno di questi loghi", ha concluso Bentel.

Il font include al suo interno colossi come McDonald's, Google o Tesla, ma anche brand meno conosciuti, almeno al panorama europeo. Non mancano combinazioni di lettere curiose, come la doppia "g" che forma il logo di Gucci o la doppia "f" per Fendi. Molto curioso cosa succede con la lettera "o": mentre con la singola lettera minuscola compare il logo del browser Opera e con quella maiuscola quello di Pepsi, se si digita due "o" compare quello di Mastercard, con quattro quello di Audi e con cinque si può ammirare il logo dei cinque anelli dei giochi olimpici.

Di seguito abbiamo svelato tutte le corrispondenze lettera-logo.

a - Amazon | A - Adobe

b - Beats by Dr Dre | B - Bridgestone | bb - Balenciaga | br - Baskin-Robbins

c - Champion | C - CocaCola

d - Disqus  | D - Disney

e - Internet Explorer | E - ESPN

f - Facebook | F - Fila | ff - Fendi

g - Google | G - Gatorade | gg - Gucci

h - Holiday Inn | H - Honda

i - Iomega | I - IBM | in - Linkedin

j - Jet | J - Juventus

k - Kellogg's | K - Kmart

l - Lear Corporation | L - Leica

m - Monster | M - McDonald's | mm - M&M's

n - Netflix | N - Nespresso | nn - Nintendo 64

o - Opera | O - Pepsi | oo - Mastercard | oooo - Audi | ooooo - Olimpiadi

p - PayPal | P - Pirelli

q - Quicktime | Q - Quiznos

rReese's | R - Rockstar | rr - Rolls Royce

s - Skype | S - Suzuki

t - Tumblr | T - Tesla

u - Udacity | U - Unilever

v - Vimeo | V - Visa

w - Wikipedia | W - Wilson

x - 23andMe | X - Xbox

y - YMCA | Y - Yahoo

z - Zillow | Z - Zenith

0 - Target | 1 - OnePlus2 - 2degrees Mobile3 - Three4 - Channel 45 - HTML 56 - Overleaf7 - 7Eleven8 - Super 89 - 9GAG

Ninja Logo

"Al giorno d'oggi, i brand sono inevitabilmente presenti ovunque e affamati d'attenzione" - Lukas Bentel, Creative Director di Hello Velocity

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY