LinkedIn: le novità più importanti che potrebbero arrivare nel 2018

Dopo l’acquisizione della piattaforma da parte del colosso Microsoft cerchiamo di capire quali saranno i cambiamenti del prossimo anno

Daniela Chiorboli 

Social Media Strategist @ IMILLE

Ti piacerebbe entrare in connessione con uno dei più prestigiosi esperti italiani di Social Media e ricevere aggiornamenti continuativi e notizie imperdibili? Scopri il Social Media LIVE Program con Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy.

Mancano davvero pochi giorni alla fine dell’anno e possiamo ormai affermare con certezza che il 2017 ha decretato sotto molti aspetti un vero e proprio punto di svolta per i marketers di tutto il mondo, a causa delle molteplici novità che sono state introdotte mese dopo mese.

Ma quali altre sorprese ci aspettano nel 2018? Abbiamo già parlato nelle scorse settimane dei trend previsti il prossimo anno per Facebook, Instagram e Twitter. Questa settimana chiudiamo la nostra rubrica parlando del social più business di tutti, ovvero LinkedIn.

LinkedIn4

Risale a Giugno la notizia della acquisizione di LinkedIn da parte di Microsoft per la modica cifra di 26,2 miliardi di dollari, uno dei technology-industry deal più oneroso registrato negli ultimi anni. Questa operazione non ha apportato modifiche sostanziali alla piattaforma, ma c’è stata una rapida evoluzione a livello di AI e big data analysis.

Vediamo ora nello specifico quali saranno gli aggiornamenti previsti per questo social media nei prossimi mesi.

Miglioramento delle opzioni di Recruiting e Job Search

LinkedIn nasce come piattaforma dedicata agli addetti alle Risorse Umane e ai candidati alla ricerca attiva di un lavoro; questa sua caratteristica verrà ulteriormente incrementata grazie a un lavoro preciso sulla raccolta dei dati dei 500 milioni di utenti iscritti.

Ad Ottobre LinkedIn ha già lanciato una nuova feature in fase beta chiamata “Talent Insight” che permette ai recruiter di approfondire ulteriormente la ricerca dei giusti candidati per la posizione richiesta perfezionando il targeting.

LinkedIn1

Dato il continuo aumento del numero delle aziende che utilizzano LinkedIn come punto di riferimento nel processo di selezione ed assunzione, Microsoft  ha deciso di investire in questa direzione per trasformare la piattaforma nella  destinazione chiave a cui i datori di lavoro e le persone in cerca di lavoro possono - e devono - rivolgersi.

LEGGI ANCHE: LinkedIn: come usarlo per ottenere il lavoro dei sogni

Integrazione continua con le Microsoft App

Possiamo affermare che questa non è una vera e propria sorpresa: ovviamente nel 2018 Microsoft procederà ad una ulteriore integrazione delle funzioni di LinkedIn con le sue applicazioni, in particolare con le offerte Enterprise.

Questo per semplificare la vita alle aziende che utilizzano già gli strumenti di Microsoft, permettendo loro di ottenere maggiori informazioni e assistenza attraverso la piattaforma, risparmiando tempo e rendendo il flusso più lineare e diretto.

Più spazio ai contenuti Video

Come già successo per Facebook e Twitter, anche LinkedIn ha deciso di adattarsi al trend del momento, iniziando a promuovere maggiormente i contenuti Video. A partire dall’estate 2016 la piattaforma ha reso possibile a tutti gli utenti - dopo un periodo di test per gli influencer - di pubblicare video in formato nativo sul proprio profilo e di consultare le principali metriche di insight dopo la pubblicazione dello stesso.

LinkedIn2

Successivamente sono stati aggiunti i geo-filtri in stile Snapchat per gli eventi e le conferenze, ovvero degli overlay attivati dalla posizione dell’utente che possono essere utilizzati solo mentre si partecipa agli stessi. Questi filtri possono contribuire alla promozione degli eventi e aumentare il coinvolgimento dei partecipanti, ma potrebbero anche aiutare LinkedIn a diventare la piattaforma preferita dai marketers per la comunicazione live degli eventi.

Infine, proprio il CEO di LinkedIn Jeff Weiner ha recentemente annunciato che “[...] sono certamente aperti all'idea di creare contenuti video originali e ad un certo punto saranno molto interessati ad esplorare questo formato insieme a terze parti”: questo vuol dire che l’azienda potrebbe cercare di finanziare dei contenuti esclusivi, come ad esempio una nuova suite di programmazione e creazione video esclusiva della piattaforma.

LEGGI ANCHE: Video nativi su LinkedIn: come impiegarli nella tua strategia

LinkedIn non smette mai di stupire e grazie all’acquisizione da parte di Microsoft riuscirà sicuramente a distinguersi rispetto ai suoi competitors. Con questa ultima puntata abbiamo terminato la nostra rubrica sui trend del prossimo anno: ci aspetta un 2018 davvero ricco di novità social!

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY