Business trend 2017

10 trend di business da seguire nel 2017

Strumenti tecnologici, crescita delle piattaforme eCommerce, lavoro da remoto e molto altro

Federico Gambina 

Web Editor & Social Media Specialist

Il mondo sta cambiando alla velocità delle innovazioni tecnologiche e il pubblico è sempre più digital, più esigente. I Millennial, la generazione Y cresciuta a braccetto con la tecnologia, è oggi la maggiore responsabile delle decisioni d'acquisto perchè, secondo Nielsen, rappresenta il più grande gruppo di consumatori. E i trend business per il 2017 seguono questi cambiamenti.

Il mondo sta cambiando e le imprese, per i prossimi anni, dovranno occuparsi di questa generazione.

I 10 trend che guideranno il tuo business nel 2017 si concentranno sugli strumenti tecnologici, sulla crescita delle piattaforme eCommerce, sul lavoro da remoto e molto altro.

10 trend che guideranno il tuo business al successo nel 2017

Vediamoli insieme.

1. Innovazione tecnologica

Come dicevamo, la necessità di utilizzare la tecnologia oggi è più importante di quanto non lo sia mai stato in passato.

Nel 2017 l'uso della tecnologia sarà necessaria per ogni azienda per poter avere un ruolo centrale nel mercato e per competere ad alti livelli. Questo discorso vale soprattutto per quelle aziende che si rifiutano di lanciarsi nella rete per paura di perdersi e non riuscire ad emergere.

Ogni azienda, ogni startup, ogni piccola bottega artigiana dovrà possedere una presenza strategica online. Le piattaforme CMS come WordPress consentono di gestire facilmente un sito web, basta un minimo di know-how tecnico per costruire le nostre attività online, ma consigliamo vivamente di rivolgervi a dei veri esperti.

2. Occhio al Personal Branding

Se sei un giovane imprenditore o startupper dovresti sapere che il personal branding è un tassello fondamentale per la crescita del tuo business.

Internet ha aperto il campo ad una competizione estenuante tra esperti di questo o quel settore generando una sorta di uniformità tra rivali. Quello che conta è riuscire a trovare nuovi strumenti di personal branding per aiutare a far emergere le nostre aziende.

3. Le assunzioni di dipendenti da remoto

Il 2016 è stato l'anno del lavoro da remoto e degli spazi di co-working. 10 anni fa i CEO della maggior parte delle aziende di tutto il mondo ci avrebbero presi per pazzi, al giorno d'oggi invece è un must.

Le aziende tech e le startup stanno utilizzando diverse forme di lavoro da remoto.

Dal momento che le riunioni possono essere fatte su Skype o su altre piattaforme di videoconferenza si hanno molte più possibilità di assumere veri talenti del digitale, senza la noiosa e costosa grana del lavoro in sede, per poter avere un ruolo importante all'interno della rete e portare al successo il nostro business.

LEGGI ANCHE: Millennial, chi sono e cosa vogliono in un’infografica di Nielsen

4. I Millennial

In Italia molte aziende pensano che Millennial siano ragazzini svogliati che preferiscono rimanere in casa e lavorare in pigiama e ciabatte.

In realtà, sono semplicemente all'opposto dei baby boomer. Cercano modi creativi per fare il proprio lavoro e per migliore costantemente i processi dello stesso.

Questo significa che le aziende hanno l'opportunità di assumere e assecondare le esigenze dei Millennial talentuosi per ottenere in cambio successo e fatturato e togliersi di dosso la fama di conservatori, seguendo i trend del business con attenzione.

5. eCommerce

Credits: Adobe Stock #126980229

Credits: Adobe Stock #126980229

Il 2017 sarà l'anno della crescita dei negozi online: la spesa è in aumento sia negli Stati Uniti che in Europa.

Pensa che uno dei punti a favore dello sviluppo del business online riguarda le spese di spedizione e per il 2017 i trend di business sono tutti orientati sul commercio elettronico.

I costi di spedizione hanno un ruolo molto importante nei processi decisionali dei clienti. Il 58% dei consumatori è disposto ad aggiungere elementi nei propri carrelli per soddisfare la soglia della spedizione gratuita.

Altre aree in via di sviluppo sono il mCommerce così come il social commerce, perché molti consumatori possono ora fare acquisti sicuri utilizzando i loro smartphone. Un dato significativo riguarda i pagamenti da mobile negli Stati Uniti che hanno generato 142 miliardi di dollari (fonte Forrester).

6. Crowdfunding e prestiti online

Un saggio pubblicato da Harvard Business School dal titolo "The State of Small-Business Lending" analizza una delle tendenze più significative per le piccole imprese, cioè il prestito online.

Questa tendenza innovativa è guidata dalla semplicità e dalla convenienza del processo di applicazione, dalla velocità di consegna del capitale e da una maggiore attenzione al cliente, cosa non facile (se non impossibile) da ottenere dalle banche tradizionali.

Esistono diversi modelli di prestito online per le piccole imprese. Dalle piattaforme di prestito peer-to-peer che connettono investitori istituzionali e piccole imprese come il servizio Lending Club alle già note piattaforme di crowdfunding, come Indiegogo e Kickstarter.

7. Trend business da seguire nel 2017: i Business Intelligence Software

Nel 2017 il Business Intelligence darà una grossa mano alle PMI. Per BI si intende una serie di procedure aziendali utilizzate per la raccolta e l'analisi dei dati e delle informazioni strategiche. Attraverso software come Cyfe è possibile raccogliere i dati frammentati traducendoli in informazioni preziose per lo sviluppo del nostro business.

BI è stato storicamente utilizzato dalle grandi imprese per curare, conservare e visualizzare ciò che è noto come Big Data. Tuttavia, la crescita di soluzioni tecnologiche e le grandi quantità di dati danno la possibilità alle piccole imprese di usufruire di soluzioni di BI.

8. Il Green Business

I Millennial sono abbastanza consapevoli di quali tipi di prodotti acquistano. Per questo motivo vanno alla ricerca di aziende attente al sociale, in buona sostanza si preoccupano della salute del pianeta anche attraverso i prodotti che consumano.

"Green business" è un termine molto noto, ma solo di recente è stato preso più sul serio dalle aziende, le quali hanno sviluppato prodotti specifici per contribuire alla buona riuscita di questa missione. Nulla di strano, dunque, se vedremo crescere il green business nel 2017.

9. I video

Credits: Adobe Stock #103678840

Credits: Adobe Stock #103678840

Il 2016 è stato l'anno dei video online, tant'è che Facebook ha investito e continua ad investire molto su questo potente mezzo.

Il 2017 potrebbe essere l'anno in cui i video saranno utilizzati per creare contenuti utili per risolvere i problemi dei nostri clienti.

Il video sta diventando una fonte essenziale di informazioni, molti esperti lo hanno capito in anticipo. Attraverso i potenti strumenti di targeting offerti dai social network è possibile creare dei video in tempo reale per affrontare questioni specifiche e aiutare i nostri utenti a risolverli.

In buona sostanza, puntiamo sui video sia per promuovere il nostro prodotto sia per relazionarci con il nostro target.

LEGGI ANCHE: I nuovi trend di Facebook per il 2017

10. Sempre meno e-mail

Il 2017 potrebbe essere l'anno del sorpasso di Slack sulle e-mail, basti pensare che questo famoso tool ha superato i 4 milioni di utenti al giorno.

Questo non significa che le aziende abbandoneranno le e-mail in modo repentino ma è certo che con questi strumenti di comunicazione tra gruppi di utenti la perdita di tempo è inferiore.

In un'organizzazione in cui la comunicazione interna ed esterna avviene attraverso e-mail, si può contare sul fatto che la maggior parte degli utenti spenderanno gran parte della loro giornata con le caselle di posta aperte sul proprio desktop nell'attesa di una risposta del proprio interlocutore, come sappiamo bene: il tempo è denaro.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Il mondo sta cambiando alla velocità delle innovazioni tecnologiche e il pubblico è sempre più digital, più esigente.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy