Innovazione

Prove di futuro da Pizza Hut a Shanghai con il robot cameriere

Casper vi saluta e vi accompagna al tavolo con un amichevole "seguimi", ma per il momento il robot nello staff resta una strategia per attirare clienti

Federico Gambina 

Web Editor & Social Media Specialist

George Lucas ci aveva visto lungo. Era il 1977 quando iniziava la scalata al successo mondiale con la prima trilogia di Star Wars. Nel nuovo ristorante Pizza Hut di Shanghai un robot molto simile a R2-D2 accoglie i clienti alla porta e li conduce al loro tavolo, si chiama Casper.

Il ristorante in questione si chiama ph+ ed è ospitato nel seminterrato della Shanghai Tower, edificio più alto della città. Si tratta di uno dei primi tentativi di utilizzo dei robot per questo genere di attività. Ad avere l'idea è stata la società cinese Yum Cina Holdings, titolare della licenza cinese per KFC, Pizza Hut e Taco Bell.

L'azienda ha 7.300 ristoranti con circa 400.000 dipendenti. Yum è considerato un vero pioniere in Cina. Nel 1987 è riuscito a portare Kentucky Fried Chicken nel continente e Pizza Hut nel 1990. Purtroppo a causa degli scandali che hanno colpito KFC attorno alla sicurezza alimentare e alla concorrenza dei marchi locali le vendite hanno subito un duro colpo.

Cosa inventarci? I robot che accompagnano i clienti ai propri tavoli. Easy!

Il vero ruolo del robot di Pizza Hut a Shangai

Un robot cameriere al Pizza Hut di Shangai

Casper vi saluta e vi porta al vostro tavolo con un amichevole "seguimi".

Non solo. I robot hanno il ruolo di attirare i giovani e soprattutto i turisti che vanno al ponte di osservazione sulla Torre di Shanghai, secondo edificio più alto del mondo: il ristorante si trova proprio vicino all'ingresso.

LEGGI ANCHE: Switch Bot, il robot più piccolo al mondo

In Asia non è il primo caso di ristorante "gestito" da un robot. A maggio un ristorante KFC di Shangai ha introdotto la novità di un robot addetto alle ordinazioni. In generale tutti i negozi di KFC in Cina si stanno rinnovando per restare al passo coi tempi.

Certo i risultati non sempre sono positivi come nel caso Pizza Hut di Shangai.

Lo scorso aprile, infatti, alcuni ristoranti di Guangzhou, in Cina, pionieri nell'utilizzo dei robot come camerieri al fine di risparmiare sul personale, hanno deciso di licenziare gli androidi. L'edizione in lingua inglese del China Post raccolse le ragioni dei ristoratori:

Spesso soffrono avarie, si scontrano tra di loro nei corridoi del ristorante ed è impossibile che consegnino una zuppa senza farla schizzare.

I clienti non erano soddisfatti perché ogni volta dovevano sporgersi dal tavolo per raccogliere i piatti dal vassoio, dal momento che i robot non erano in grado di farlo.

Fare prove di futuro è fondamentale anche se in alcuni casi sostituire gli uomini non è facile come sembra.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Casper accoglie i clienti alla porta e li conduce al loro tavolo.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY