Facebook

Tutto quello che Facebook sa di voi

Come scoprire le informazioni che Facebook ha raccolto su di voi. Dove le tiene al sicuro e come gestirle.

Facebook registra tutte le nostre azioni. Non solo quando lo usiamo, ma anche quando visitiamo altri siti web. Di ciascuno di noi costruisce un dossier che raccoglie preferenze, commenti fatti, mi piace dati, condivisione eseguite, siti visitati.

Ai dati raccolti direttamente attraverso Facebook, si aggiungono i dati raccolti quando usate Instagram e WhatsApp, entrambe di proprietà del colosso di Zuckerberg.
Se questa mole di dati non bastasse, contrariamente a tanto si pensi, Facebook acquista (e non vende) dati sulle persone da terze parti, sui prestiti e mutui accesi, abitudini di acquisto (avete delle carte fedeltà?), se possedete automobili e altre informazioni del genere.

I dati raccolti non riguardano solo gli utenti registrati nel social network, ma anche gli utenti senza un profilo Facebook che però visitano siti che usino uno dei suoi plugin.

Questa mole di dati Facebook la usa per offrire i suoi servizi di distribuzione di inserzioni pubblicitarie alle aziende e agenzie di marketing in tutto il mondo.

Più è preciso il profilo di un utente, più sarà possibile creare inserzioni mirate, che siano potenzialmente più efficaci ed interessanti.

Cosa sa Facebook dei suoi utenti

Ben nascosto tra le pieghe del proprio profilo, c’è una opzione per scoprirlo.

Se siete pigri e usate Chrome, potete installare una estensione del browser che ve lo fa scoprire senza molta fatica.

L’estensione, resa publica dalla organizzazione propubblica.org, che ha come missione produrre storie con un altro valore morale, di denuncia, con le tecniche del giornalismo investigativo.

Lo strumento è scaricabile direttamente dal Chrome web store.

tutto_quello_che_facebook_sa_di_voi_1

Se invece non usate Chrome o non volete installare estensioni, potete consultare i dati su di voi aprendo il menu impostazioni del vostro profilo e selezionando, sulla sinistra, la voce Inserzioni.

A destra l’ultima voce vi permetterà di scoprire quelle che, secondo Facebook, sono le vostre preferenze riguardanti le pubblicità da offrirvi.

tutto_quello_che_facebook_sa_di_voi_11

Se ci fossero delle preferenze che vi risultano estranee o non  più valide, vi sarà possibile, passandoci sopra con il mouse, scoprire perché sono lì e rimuoverle cliccando sulla X in altro a destra.

tutto_quello_che_facebook_sa_di_voi_12

Dove sono i dati

Facebook ha diversi Datacenter nel mondo. Al primo del 2010 costruito a Prineville, in Oregon, sono seguiti quello di Forest City (North Carolina), Altoona (Iowa)  e Fort Worth (Texas) negli USA.

In Europa ce ne sono due, a Clonee in Irlanda e in Svezia a Lulea. Di recente è stata annunciata la costruzione di un terzo datacenter in Danimarca.

Il Datacenter di Lulea, in Svezia

Il Datacenter di Lulea, in Svezia

Dai 10mila server in funzione nel 2008, si è passati ai 60mila del 2010: oggi non se ne conosce la quantità esatta, ma si rumoreggia di cifre nell'ordine delle centinaia di migliaia.

Datacenter enormi, che hanno bisogno di tanta energia per alimentare i server e gli impianti di aria condizionata: tanti server, tanto caldo da dissipare!

Corridoi vuoti: ci lavorano 150 persone, ma c'è solo un tecnico ogni 25mila server.

Corridoi vuoti: ci lavorano 150 persone, ma c'è solo un tecnico ogni 25mila server.

Ecco come è internamente il Datacenter di Lulea, in Svezia. Possiamo scoprirlo grazie alle foto che Mark ha pubblicato qualche giorno fa sul suo profilo personale.

Insomma, tantissimi dati che vanno gestiti, e Facebook ha le strutture per farlo. Ora non resta che capire quali vostri dati ha in possesso, e se ce ne fossero alcuni che preferite non avere, risettare i parametri nella vostra dashboard personale e capire cosa smettere di condividere su di voi!

Ai dati raccolti direttamente attraverso Facebook, si aggiungono i dati raccolti quando usate Instagram e WhatsApp, entrambe di proprietà del colosso di Zuckerberg. Se questa mole di dati non bastasse, contrariamente a tanto si pensi, Facebook acquista (e non vende) dati sulle persone da terze parti, sui prestiti e mutui accesi, abitudini di acquisto (avete delle carte fedeltà?), se possedete automobili e altre informazioni del genere.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy