60 milioni di dollari per Zomato, l’app per la ricerca di ristoranti

60 milioni di dollari per Zomato, app food tech

Dopo l’acquisizione italiana di eccellenza con Cibando, appena pochi mesi fa, Zomato, l’app per la ricerca e scoperta di ristoranti ha annunciato di aver ricevuto un finanziamento da 60 milioni di dollari.

Un nuovo round di raccolta fondi, arrivato questa volta da Singapore Temasek, con la partecipazione dell’investitore Vy Capital, che porta il capitale di Zomato a un totale di 255 milioni di dollari.

Zomato investe anche in Italia

60 milioni di dollari per Zomato, app food tech per la ricerca di ristoranti

Il nuovo fondo sarà utilizzato per un’ulteriore crescita del business nel mondo e in Italia, dove Zomato è arrivata a dicembre del 2014 con l'acquisizione della startup Cibando.

Attualmente attiva in due città, Roma e Milano, con 20.000 ristoranti, Zomato vede una crescita continua anche per il team, che in poco tempo ha raggiunto la quota di 35 persone assunte. E per i prossimi mesi, annuncia la società, si prevedono ulteriori assunzioni.

LEGGI ANCHE: Zomato in Italia, la startup indiana arriva a Milano e Roma [INTERVISTA]

Un business mondiale in espansione

60 milioni di dollari per Zomato, app food tech per la ricerca di ristoranti

A livello globale Zomato possiede ormai un database di 1,4 milioni di ristoranti, di cui fornisce informazioni dettagliate con menu, contatti, foto e mappe, oltre a utili recensioni degli utenti. Fondata nel 2008, Zomato è una startup basata in India e conta più di 3000 dipendenti in 22 Paesi.

Dopo aver investito strategicamente su due aziende di delivery - Pickingo a Gurgaon e Grab a Mumba - per attivare una micro-logistica urbana che include ristoranti che altrimenti non farebbero consegna, il nuovo finanziamento, secondo quanto dichiarato dal CEO Deepinder Goyal, sarà utilizzato “per fare investimenti nei nostri prodotti come online ordering, prenotazioni tavoli e la nostra nuova piattaforma Whitelabel”.

È l’ora delle startup del food-tech?

60 milioni di dollari per Zomato, app food tech per la ricerca di ristoranti

Quest’ultima piattaforma di Zomato offre ai ristoranti una raccolta completa di strumenti per far crescere il loro business online. La peculiarità di Whitelabel è la possibilità per i ristoranti di lanciare App brandizzate che li aiuteranno a mettersi in contatto e ad aumentare il proprio numero di clienti operando online.

Con importanti investimenti anche nel delivery, uno dei settori più ambiti anche da colossi dell’eCommerce come Amazon e della mobilità come Uber, Zomato si propone di diventare punto di riferimento per il food: oltre alla ricerca e scoperta di ristoranti, la sua offerta include app come Cashless, Online Ordering, Prenotazioni tavoli e il Sistema POS, creando una tecnologia specifica per connettere ristoratori e clienti in modo nuovo.

E se i trend del food si muovono in più direzioni – attenzione alla provenienza degli alimenti, delivery, geolocalizzazione, sistemi di ordine e pagamento – Zomato sembra voler includere ogni aspetto di questo business.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY