Leadership

Le frasi che un buon leader dovrebbe dire più spesso al suo team

"Non ti preoccupare" o "cosa ne pensi?" sono frasi ancora oggi troppo rare in ambito lavorativo

Leader non significa dizionario vivente o persona perfetta.

Dal leader ci aspettiamo sempre una risposta, perché è la figura che dovrebbe guidare il team. La ricerca delle parole adatte spesso si rivela come un’altra sfida che il mondo del lavoro pone loro. Quando proprio non si sa come reagire, può essere d’aiuto questa domanda: Se io fossi nella sua situazione, cosa mi aspetterei e cosa invece non vorrei sentire?”

Ecco sei esempi di frasi che un buon leader dovrebbe dire ai membri del suo team, per motivare e consentire una crescita del gruppo e dei singoli.

1. “Non preoccuparti!”

Un’e-mail importante mandata all’indirizzo sbagliato e mai arrivata, il cognome della cliente “Rossi” che per errore di battitura diventa “Gentile dott. Rossa”, il caffè versato sui documenti firmati, un ritardo ad un meeting decisivo.

Il Team Leader in questo caso può infuriarsi oppure semplicemente dire: “non preoccuparti!”. Semplice non è, soprattutto quando ci sono in ballo trattative e progetti importanti. Ciononostante bisognerebbe mantenere la calma, in fondo l’errore non è stato voluto dal collaboratore che si sentirà mortificato.

Se il membro del team avrà paura di trovarsi di nuovo in una situazione spiacevole, il rischio che incappi in altri errori è più alto.

frasi che un buon Leader dovrebbe dire al suo team

2. “Cosa abbiamo imparato?”

Errare è umano. Se il collaboratore dovesse perseverare nell’errore, allora lo step successivo sarebbe un colloquio a quattrocchi per trovare insieme cause e soluzioni.
Gli errori possono diventare delle ottime opportunità per imparare e migliorare. Come si suol dire “trial and error”.

LEGGI ANCHE: Social Media Marketing: errori comuni e possibili soluzioni

3. “Cosa ne pensi?”

Obbiettivi e motivazioni di Team Leader e Team Player non sempre vanno di pari passo, ma questo non significa che bisogna evitare di ascoltare il team. Sarebbe meglio ascoltare le loro opinioni, piuttosto che ignorare ciò che pensano e accontentarsi del “si ok”. Siamo davvero sicuri che questo sia ok?

I membri del team sono delle fonti di informazione fondamentali per i processi operativi e in certi aspetti hanno un quadro della situazione più dettagliato rispetto al Team Leader, che ha anche altre attività da svolgere. Dare importanza al feedback del team è una caratteristica che un buon leader deve coltivare.

un buon Leader dovrebbe chiedere l'opinione del team

4. “Ti sostengo!”

Condividere responsabilità ed errori con il proprio team potrebbe essere un primo passo per evitare la reazione “non sono stato io!”. La fiducia è un valore prezioso e, se percepita come tale, sarà una motivazione in più per dare il meglio. Sapere di avere un appoggio anche se sono stati commessi degli errori, favorisce la sincerità e la loyalty del team.

5. “Puoi dirmi di no!”

Quando alla lista di cose da fare si aggiunge l’ennesimo punto, molti per non deludere, per vergogna o per evitare sensi di colpa, non sanno dire di no.
Dire sì pressoché a tutto, anche quando si pensa l’esatto contrario, altro non è che la necessità o la volontà di risultare compiacenti.

Steve Jobs nel 1997 aveva già discusso la problematica di dire no, anche nei processi d’innovazione.

Le persone pensano che focalizzare sia dire di sì a quello che si deve fare. In realtà significa dire no alle centinaia di altre buone idee che emergono. – Steve Jobs

Trasmettere ai collaboratori e al team il messaggio che possono esprimere la propria opinione, positiva o negativa che sia, è una dimostrazione di rispetto per la persona e per il suo lavoro.

Un team accondiscendente a lungo termine rischia di diventare un team demotivato ed infelice.

un buon Leader ascolta i suoi colleghi

Via Giphy

6. “Non lo so”

Il dizionario vivente lo abbiamo già scartato all’inizio. Il buon leader, manager e qualsiasi membro del team può e deve sapere affermare che non è informato al riguardo. Improvvisare una risposta solo per mantenere un certo status è controproducente.

Frasi che un buon leader dovrebbe evitare

  • Sono io il capo
  • Non è colpa mia
  • Lo so, ho già pensato a tutto
  • Fallire non è un’opzione!
  • Non mi interessa se è etico o meno, se non è illegale, fallo!
  • Non darmi brutte notizie o brutte sorprese!
  • Sei fortunato ad avere un lavoro da noi.

Le giornate peggiori in ufficio sono quando mancano colleghi?

Ricorda sempre: teamwork makes a dreamwork!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?