Come creare un'email mobile perfetta [INFOGRAFICA]

Scopriamo assieme come creare una e-mail che sia chiara e leggibile anche da smartphone

Uno degli elementi che ha garantito il successo di molte aziende e che ancora oggi continua a rappresentare un elemento di vantaggio competitivo è l’email marketing. Attualmente il problema più grande per chi vuole investire nel settore non è tanto più quello di creare una mail che sia di successo ma soprattutto garantire la sua massima compatibilità con dispositivi mobili, offrendo una esperienza di lettura ottimale anche ai possessori di smartphone.

Risulta infatti evidente come non sia possibile dividere i destinatari di una newsletter in due gruppi distinti in base al client di lettura.Quanto detto viene sempre sottovalutato dalle grande aziende ma è una cosa tutt’altro che semplice considerando anche la grande varietà nelle dimensioni dei display degli smartphone.

Molto utile a tal proposito l’infografica elaborata da Litmus che mette insieme le 10 regole da seguire per realizzare un’email dal design bello e dai contenuti e layout ottimali e le 6 insidie da evitare assolutamente. Ve la proponiamo di seguito:

I 10 consigli per avere un’email “mobile friendly”

Ecco dunque i 10 punti da tenere in considerazione nella progettazione di un’email che sia anche facilmente visibile da smartphone e tablet:

  1. Font grandi: sui display piccoli è più difficile leggere pertanto conviene adottare font di dimensioni più grandi rispetto a quelle tipiche dei client desktop. Consigliati 14px per il testo e 22px per i titoli;
  2. Conosci la tua “scalabilità” : alcuni dispositivi scalano automaticamente l’email a seconda della grandezza del display, altri dispositivi non lo fanno. Conviene progettare email tra i 320px e i 550px di larghezza;
  3. Spingi l’utente ad agire: un’email efficace è quella che porta ad agire l’utente. Utilizzate un bel bottone “call to action” – come quelli con scritto “acquista” – e mettetelo in posizione preminente e centrale: grande e grosso è anche meglio!
  4. Meno c’è più si dà:  elaborate un design semplice e lineare magari utilizzando il meno possibile complessi sistemi di “pre-header”, di navigazione e di tasti di condivisione sui social network.
  5. Immagini: il blocco delle immagini di default è un problema di tutti i client di posta, non solo di quelli Desktop. Il consiglio è di utilizzare usarne poche!
  6. Badate al sodo: scrivete testi concisi e che vadano diritti al punto: eliminate link, testi e bottoni inutili e siate essenziali
  7. Layout: mentre una newsletter di 2 o 3 colonne su un client desktop si vede bene, sui client mobili è consigliabile progettare un layout con una singola colonna, aumentando la leggibilità anche su schermi più piccoli.
  8. Siate palesi: trovate un modo per rendere espliciti i link  all’interno dell’email per agevolare l’utente nei click ad esempio utilizzando la tradizionale sottolineatura;
  9. Puntate alle dita: accertatevi che i vari oggetti dell’email (testi, bottoni, link, ecc.) siano sufficientemente larghi e spaziati per poterci cliccare sopra con le dita e non solo col mouse!
  10. Ergonomia: di solito gli utenti utilizzano lo smartphone con una sola mano e usano il pollice per navigare: fate dunque in modo che tutti gli elementi più importanti della mail come immagini o link siano facilmente raggiungibili con le dita della stessa mano

6 cose che rendono un’email mobile disastrosa!

Ora vediamo quali sono secondo Litmus le cose da evitare nel modo più assoluto:

  1. Barre di NON-navigazione: escludete barre troppo piccole da poter essere cliccate con le dita e irrilevanti rispetto al messaggio contenuto nella mail;
  2. Confusione: più link o bottoni “call to action” messi uno di seguito all’altro spingono spesso l’utente o a cliccare sull’oggetto sbagliato o addirittura a desistere dal “tappare”;
  3. Illeggibilità: no a testi molto lunghi scritti con un font troppo piccolo!;
  4. I colori:  evitate ad esempio il classico bianco su sfondo grigio chiaro. Ogni display ha le sue caratteristiche specifiche in termini di luminosità e contrasto. Scegliete, quindi, combinazioni ottimali di colori che rendano tutto leggibile a prescindere dalle impostazioni dello schermo;
  5. Link troppo vicini ai pulsanti di stato: molti smartphone proprio sotto il display hanno  i pulsanti di stato ovvero quelli per tornare indietro o per accedere alle funzioni aggiuntive: se si inseriscono proprio qui i bottoni e i link c’è il rischio che l’utente possa cliccare i primi anziché quest’ultimi;
  6. Ignorare il contesto : gli utenti visualizzeranno la tua mail nei luoghi più disparati: in palestra, a letto, persino nel bagno! Ecco perché è importante conoscere quanto più possibile i vostri utenti in modo da permettergli un’approccio ed un’esperienza ottimali.