Logo Ninja

Diventa free member

Vuoi leggere questo articolo e le altre notizie e approfondimenti su Ninja? Allora registrati e diventa un membro free. Riceverai Breaking News, Marketing Insight, Podcast, Tips&Tricks e tanto altro. Che aspetti? Tieniti aggiornato con Ninja.
Logo Ninja

Diventa free member

Vuoi leggere questo articolo, le altre notizie e approfondimenti su Ninja? Allora lascia semplicemente nome e mail e diventa un membro free. Riceverai Breaking News, Marketing Insight, Podcast, Tips&Tricks e tanto altro. Che aspetti? Tieniti aggiornato con Ninja.

Digital Commerce

Anche Walmart entra nel metaverso: ecco cosa sappiamo

Nei suoi piani ci sono brevetti, valuta virtuale e NFT

Vuoi saperne di più su questo tema per diventare un Esperto e fare Carriera nel Digital Marketing? +100.000 professionisti e oltre 500 grandi aziende si sono formati e hanno incrementato i loro Affari grazie a Ninja. Entra subito nella Ninja Tribe per avere Informazione, Formazione e l’accesso alla più grande Community di professionisti del digitale.

Walmart si unirà a Facebook, Nike, Ralph Lauren, Bumble, Disney e altre società con l'intenzione di rivendicare il proprio spazio tra i big del metaverso.

Stiamo parlando della più importante multinazionale americana di vendita al dettaglio che gestisce una catena d'ipermercati, grandi magazzini, discount e negozi di alimentari.

Oltre a essere la più grande azienda al mondo per fatturato, è anche quella che dà più lavoro privato, con ben 2,2 milioni di dipendenti.

Le mosse di Walmart: cosa sappiamo

Secondo il canale televisivo statunitense CNBC, la società ha depositato diversi nuovi marchi con l’intenzione di produrre e vendere beni virtuali. In uno dei brevetti, si dice che abbia incluso la possibilità di offrire agli utenti una valuta virtuale e NFT

In pratica ha depositato diversi marchi il 30 dicembre, suggerendo piani per iniziare a vendere beni virtuali. Tra questi sono inclusi elettronica, giocattoli, elettrodomestici, attrezzature sportive, abbigliamento, decorazioni per la casa e tanto altro.

Ad agosto, la società aveva già pubblicato un annuncio di lavoro sul suo profilo LinkedIn alla ricerca di un esperto di criptovalute. L'elenco delle offerte di lavoro però è stato rimosso. Non è chiaro se il ruolo sia stato ricoperto o meno.

Walmart metaverso

A metà settembre invece emerse la notizia dell'implementazione dei pagamenti con la criptovaluta Litecoin nei suoi negozi. Questa si rivelò poi falsa. Per finire, nel mese di ottobre, ha anche collaborato con la società di criptovalute Coinstar e l'exchange di criptovalute Coinme per installare 200 ATM Bitcoin nei suoi negozi negli Stati Uniti.

Walmart utilizza la tecnologia blockchain per la gestione della catena di approvvigionamento, i mercati dei clienti e gli elettrodomestici intelligenti già dal 2018.

LEGGI ANCHE: Cosa sono le Stable Coin, quali sono le principali e i trend per il 2022

Sempre più aziende puntano al metaverso

Secondo l'Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti, Walmart ha presentato sette domande separate alla fine del mese di dicembre. Recentemente infatti la società ha dichiarato il suo desiderio di esplorare continuamente il modo in cui le tecnologie emergenti possono dar forma alle future esperienze di acquisto e che sta presentando regolarmente domande di marchio per entrar a far parte del processo d'innovazione. 

Walmart non è l'unico che sta rivolgendo la sua attenzione al mondo virtuale. Sono diversi i brand, incluso lo stesso Facebook. Tutti sappiamo che si è rinominato Meta e ha annunciato pubblicamente i suoi obiettivi d'investire ed espandersi nel metaverso, uno spazio virtuale in cui le persone possono interagire digitalmente utilizzando gli avatar. 

Tra l'altro sono tante le aziende, specialmente brand di moda, tra cui Gucci, Nike, Adidas, Gap e Under Armour, che hanno testato con successo le NFT nell'ultimo periodo.

Frank Chaparro, redattore capo della rivista di criptovalute "The Block", sostiene che gli NFT e il metaverso potrebbero essere paragonati agli albori dell’eCommerce, a metà degli anni '90. Ecco perché le aziende non vogliono rischiare di perdere quella che potrebbe essere la prossima rivoluzione del mondo degli affari.

Un mondo ancora da esplorare

Nonostante i piani di diverse realtà di voler entrare a far parte del metaverso, non tutti sono sicuri di come creare un metaverso a tutti gli effetti. Gli analisti di Morgan Stanley hanno affermato che potrebbe essere un'opportunità da 8 trilioni di dollari, ma la sfida reale è convincere i consumatori a parteciparvi.

Tuttavia, Walmart ha visto prosperare le sue vendite online nel 2021, con un fatturato di 11,1 miliardi di dollari nel terzo trimestre, come si evince dal rapporto di Digital Commerce 360.

LEGGI ANCHE: Milioni di dollari per la terra virtuale: guarda quanto valgono i terreni nel Metaverso

Per Walmart non era la prima volta

E a tal proposito, in rete sta girando un video che presumibilmente mostra come Walmart immagina lo shopping nel metaverso. In realtà il video in questione non è recente. La clip infatti fu realizzata per Walmart da un'agenzia digitale, ed è stata effettivamente presentata al Festival SXSW 2017 quando la parola metaverso non esisteva nemmeno!

Se siete curiosi di dargli occhiata, eccolo qua:

Troviamo un avatar che spulcia tra gli scaffali di generi alimentari virtuali, raccogliendo e lanciando a caso oggetti in un carrello della spesa. 

Il video, quindi, non ha nulla a che fare con l'attuale ondata di clamore del metaverso che si sta diffondendo nella Silicon Valley, ma non ci sono notizie sul fatto che Walmart sia rimasto fedele a questo concetto e su come sarebbero i suoi negozi virtuali oggi. Le cose potrebbero essere diverse questa volta? 

Non possiamo fare a meno di chiederci se i nuovi mondi virtuali potrebbero davvero avere successo, permettendo a tutti noi d'indossare cuffie VR, magari per riunioni d'ufficio, popolate da avatar di clown, robot, cowboy e sirene!

La società ha depositato diversi nuovi marchi con l’intenzione di produrre e vendere beni virtuali.

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - Codice ISSN 2704-6656
Editore: Ninja Marketing Srl, Centro Direzionale Milanofiori, Strada 4, Palazzo A - scala 2, 20057 Assago (MI), Italy - P.IVA 04330590656.
© Ninja Marketing è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY