Week In Social

Week in Social: Facebook riammette le pubblicità bloccate e nasce Instagram Lite

Facebook, tra pubblicità e funzione anti spoiler, Instagram Lite per raggiungere miliardi di utenti, intanto Twitter sempre più attivo contro lo spam

Martina Masullo
Martina Masullo

Social dreamer

Ti piacerebbe entrare in connessione con uno dei più prestigiosi esperti italiani di Social Media e ricevere aggiornamenti continuativi e notizie imperdibili? Scopri il Social Media LIVE Program con Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy.

Anche questa settimana, come tutte le altre, ci sono tante novità dal mondo dei social che noi abbiamo raccolto per voi nella nostra rubrica del venerdì.

E allora, senza perderci in chiacchiere, partiamo con la week in social!

Facebook dice di nuovo sì ai Bitcoin

Come ogni settimana, Facebook non poteva deludere!

Questa volta il social di Menlo Park fa un passo indietro e decide di riammettere la pubblicità. Qualche tempo fa Facebook aveva bandito completamente la pubblicità per i Bitcoin e le altre criptovalute. Ora, continueranno a non essere ammessi gli annunci per le offerte iniziali di valuta, le Ico, e le opzioni binarie, ancora troppo pericolose per gli utenti, ma Zuckerberg ha deciso di accettare le pubblicità da parte di inserzionisti pre-approvati.

Anche Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy ha commentato la novità:

Credo che le strategie di Facebook su questo tema siano corrette e mirate a tutelare la maggior parte degli utenti che non hanno competenze specifiche per valutare la bontà di alcune pubblicità legate ai Bitcoin. La piattaforma non vuole esporre a rischi i suoi iscritti e ora sta giustamente aprendo gradualmente le possibilità, previo check della situazione reale dell’inserzionista, a queste iniziative.

SocialMediaLiveProgram-NM_600x420

Quali conseguenze porterà questa decisione? Solo il tempo potrà svelarlo.

Intanto, chi è che non si è mai imbattuto in un post-spoiler su Facebook?

Ecco, Facebook sta testando una nuova funzione anti-spoiler. Sì, proprio così! Gli utenti potranno selezionare una keyword che non sarà visualizzata sulla propria bacheca per 30 giorni, permettendo così a chiunque vorrà di restare all’oscuro del finale di una serie TV o del risultato di una partita che non si è potuto vedere a tempo debito.

Facebook spoiler

Instagram

Instagram Lite è la versione light del social network che nasce con l’obiettivo di raggiungere ancora più utenti. L’app, leggera e facilissima da usare, è rivolta soprattutto ai paesi in via di sviluppo dove Internet non è facilmente accessibile.

Insta lite

Per intenderci, la nuova app Lite pesa 1/55 di quella originale. 573 kilobyte, invece di 32 megabyte. Impressionante, no?

LEGGI ANCHE: Arriva Instagram Lite, l’app leggera per conquistare un miliardo di nuovi iscritti

Ma per quanto riguarda Instagram non è ancora tutto. Dopo aver lanciato IGTV per realizzare video lunghi fino ad un’ora, adesso attraverso il social network si potranno effettuare videochiamate singole o di gruppo, fino a 4 persone. Un bel colpo per WhatsApp e Snapchat!

Twitter

Spam, troll e account dannosi? Twitter lancia una soluzione: richiederà la conferma di un indirizzo email o di un numero di telefono per la registrazione di un nuovo account. Per molto tempo il social network è stato criticato per aver reso troppo facile la creazione di account falsi e di spam e accusato di avere requisiti di iscrizione molto più permissivi rispetto a Facebook, ad esempio.

social

Ed ecco, dunque, la soluzione. La funzione è stata annunciata in via ufficiale.

Ecco cosa ne pensa Luca La Mesa:

Sono convinto che il futuro dei social potrà solo essere nella qualità dei contenuti e quindi la volontà di controllare l’autenticità degli utenti è fondamentale per ridurre o azzerare il rumore di fondo che rischia solo di creare distorsioni e attività improprie.

Google

È appena arrivato in Italia, ha una capacità di copertura molto ampia e una grande facilità d’uso. Queste sono le caratteristiche fondamentali di Google Wifi, il router lanciato da Google che si controlla tramite un’app per tablet o smartphone. È possibile associare al router vari dispositivi e, tramite l’app, essere sempre aggiornati sul numero e il nome dei dispositivi connessi.

google-wifi

Ad ogni dispositivo possono essere assegnati orari di utilizzo e di interdizione della connessione oppure delle priorità speciali che consentono ad un certo dispositivo di usufruire di più banda rispetto agli altri.

Per questo venerdì è tutto, alla prossima week in social!

Scritto da

Martina Masullo

Social dreamer

Ho 23 anni e sono laureanda in Corporate Communication and Media all'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista e social media editor, ho coniugato due delle mie ... continua

Condividi questo articolo


Segui Martina Masullo .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it