Trend

7 cose che non dovrai mai fare su Instagram quest’anno

Dalle vacanze al mare dell’anno prima, all’utilizzo spropositato di hashtag fino all’abuso di filtri. Ecco tutto quello che non vogliamo più vedere

I Fondamentali: Strategy, Storytelling, Web Copywriting. Scopri il Corso in Content Marketing di Ninja Academy, formula Online + Aula Pratica (opzionale) a Milano.

Ci siamo finalmente lasciati alle spalle l’inizio del nuovo anno. Siamo ufficialmente pronti a ripartire e ad affrontare il nuovo anche all’insegna di selfie, stories, foto, stati e hashtag. È ripartito ufficialmente il nostro anno social su Instagram e come un capodanno cinese ha bisogno di essere festeggiato, contemplato ma anche indirizzato. Cosa vogliamo dire? Che è ora di mettere da parte alcune delle vostre discutibili abitudini social e lasciare nel 2017 contenuti old style, ridondanti e di cattivo gusto.

Oggi vogliamo parlarvi proprio di questo, delle 7 cose da non fare e pubblicare su Instagram nel 2018. Dalle vacanze al mare dell’anno precedente, all’utilizzo spropositato e ingiustificato di hashtag fino all’abuso fi filtri e saturazione. Va specificato che spesso si tratta esclusivamente di pecche stilistiche o di contenuti di cattivo gusto ma a volte può trattarsi di vere e proprie cattive abitudini da eliminare come i primi due punti di cui vi stiamo per parlare. Ma andiamo con ordine.

LEGGI ANCHE: Cosa abbiamo condiviso di più su Instagram nel 2017

Foto e video di bambini su Instagram

È forse la nota più scontata ma è uno dei temi maggiormente discussi negli ultimi anni. Siamo nel 2018, è forse ora di metterci un punto. Foto dei bambini sui social si o no? La foto in sala parto, il primo compleanno, il primo giorno di scuola, le vacanze al mare, le coccole, le gare di nuoto. Ogni occasione è ghiotta per pubblicare foto dei bambini su Instagram.

Instagram

Ogni anno un bambino appare in media in 195 foto postate sul Web. Prima che compia 5 anni quello stesso bambino è protagonista almeno di 973 scatti social. Ma spesso la foto con mamma e papà non basta ed ecco comparire profili Instagram dedicati a baby influencer.

Hanno per lo più tra i 2 e i 5 anni e stanno diventando sempre più famosi grazie a Instagram. Ma siete proprio sicuri di voler mettere online e quindi rendere pubbliche le foto e quindi la vita dei vostri bimbi? Noi vi consigliamo di evitare!

Foto di documenti e dati sensibili

Subito dopo le foto ingiustificate di minori, un altro tipo di contenuto da non riproporre assolutamente nel 2018 riguarda le foto di documenti e dati sensibili. È proprio necessario renderci partecipi della vostra gioia mostrandoci la foto della vostra patente?

Credete sia cosa buona e giusta ridicolizzare il vostro migliore amico per una foto di evidente bruttezza pubblicando la sua carta d’identità? Per raccontarci il vostro fantastico viaggio in terre esotiche possiamo accontentarci della più banale sabbia bianca, non abbiamo bisogno del vostro passaporto.

Oltre che pericoloso per le informazioni personali che state rendendo pubbliche (furto d’identità, clonazione di dati sensibili) la prassi di pubblicare foto dei vostri documenti è anche molto di cattivo gusto.

Le foto delle vacanze dell’anno prima

Siamo nel 2018, siamo pronti ad immaginare e concretizzare un nuovo anno ricco di sfide, progetti, momenti da immortalare. Prima di pubblicare sui Instagram le foto delle vacanze dell’anno prima, è meglio pensarci non una, ma dieci volte.

Foto in costume in pieno inverno, a meno che non si tratti di una vacanza nell’altro emisfero, accompagnate da hashtag come #memories #LastSummer #bestof207 lasciamo il tempo che trovano senza contare che il vostri follower potrebbero intendere che non avete nulla di interessante da pubblicare e condividere se non ormai vecchi ricordi.

instagram

Foto in bagno

Qui è un secco no, quasi corale. Nel 2018 le foto postate mentre siete in bagno dovrebbero autoeliminarsi non appena pubblicate. Il motivo? Più di uno in realtà. Non è particolarmente elegante e non è originale, e non è neppure particolarmente sensato. Non credo si debba aggiungere altro, semplicemente non fatelo!

I filtri per i selfie

Un effetto vintage troppo marcato, una saturazione eccessiva, improbabili esposizioni luminose, un color seppia che fa tanto primi anni duemila. Ecco come rovinare una bella foto su Instagram. I filtri si sa sono un must e per Instagram, la ragione di essere.

Ad avere più Mi Piace sono i filtri Valencia e Juno mentre i meno utilizzati Walden e Hudson. Via libera, ma con moderazione, ai filtri su foto di paesaggi o oggetti ma fermatevi se avete appena scattato un selfie. A quanto pare, infatti, i followers preferiscono i selfie senza filtri, e sono proprio quelli ad ottengono più like.

Foto banali e scontate

Le foto dal finestrino dell’aereo, le albe i tramonti e le pozzanghere e gli ascensori di sfondo. Siamo sicuri che gli utenti di Instagram ne hanno già viste a quantità industriale. Nel 2018 non c’è più spazio per foto scontate e super datate. Siate creativi, pubblicate foto accattivanti e spontanee. L’obiettivo è non annoiare.

Foto improbabili ed eccessivamente costruite

Quelli che #nofilter e poi saturazione ed effetti come se piovesse, quelle che #nomakeup e mascara e rossetto neanche fosse il cenone di Capodanno. Quelli che #workout e non sono mai entrati da Decathlon. Foto pesantemente (ma sapientemente) elaborate spacciate per fotografie naturale. Anche no.Instagram

Oggetti posizionati ad arte e spacciati come foto casuale non ingannano certamente chi guarda. L’ultimo consiglio che ci sentiamo di darvi è di non fingere e di non rappresentarvi in modo troppo diverso da quello che siete. I social purtroppo non perdonano!