Telegram: come sfruttarlo per le proprie strategie? [HOW TO]

Il servizio di messaggistica istantanea erogato senza fini di lucro dalla società Telegram LLC, è un ottimo alleato per le strategie di comunicazione integrata, rivelandosi fondamentale per un??azione di direct marketing puntuale e capillare

Il marketing ai tempi di Telegram

Telegram vs Whatsapp: nell’era del mobile, potrebbe essere questo il prossimo grande scontro cui assisteremo. Le app di messaggistica infatti stanno sempre più diventando uno strumento indispensabile alle aziende che vogliono costruire una relazione solida e duratura con i propri consumatori. E Telegram potrebbe rivelarsi appunto uno degli strumenti più utili ed efficaci.
Vediamo perché.
Fondato nel 2013 dai fratelli Nikolai e Pavel Durov
Fa, i fondatori del social network russo VK, Telegram ha come logo  un aeroplanino di carta. La sua peculiarità è estendere le sue funzioni, diventando una vera e propria community basata sulla messaggistica, quasi un mailing service, ma con i numeri di telefono al posto degli indirizzi di posta elettronica.

Il marketing ai tempi di Telegram

Telegram è a tutti gli effetti un servizio di messaggistica simile a WhatsApp, ma con un sistema di copertura e criptaggio dei dati che, a detta dei Durov, lo rende invulnerabile. Già questo è un grosso punto a favore, ma vediamo cosa lo fa essere così speciale da preferirlo all’app di Zuckerberg.

I Canali

Questa è l’ultima grande novità di Telegram. Ai canali possono iscriversi un numero illimitato di persone, possono essere pubblici, ottenendo una URL statica, e sono molto utili per aziende e professionisti che vogliono aggiornare in modo immediato i propri clienti in quanto a novità, promozioni, eventi. Si può controllare il contatore delle visualizzazioni di ogni post, in modo che chi produce i contenuti possa ridisegnarne la linea editoriale o potenziare i post con maggiori visualizzazioni.
Non iscrivete automaticamente i vostri clienti al canale, ma inviate loro una comunicazione in cui li avvisate dell’indirizzo web del nuovo strumento di comunicazione a cui possono iscriversi spontaneamente. All’azienda, su Telegram, basta registrarsi con una @username (telegram.org/username), così da poter essere trovati facilmente.

Il marketing ai tempi di Telegram

Come utilizzare Telegram

  • Crea il canale;
  • personalizzalo;
  • integralo nella tua strategia di marketing.

Telegram ti permette di inviare un messaggio contenente tutte le news della giornata direttamente tra i messaggi. Comodo, veloce, e soprattutto poco invasivo. Utilizzalo, ad esempio, per:

  • comunicazioni corporate: fai sapere ai tuoi dipendenti cosa succede, o inoltra circolari;
  • coordina un team di lavoro;
  • aggiorna i clienti delle novità;
  • in caso di crisi aziendale, rassicura dipendenti e clienti.

LEGGI ANCHE: WhatsApp marketing: esempi di strategie vincenti.

Il bot

Altro eccellente strumento di Telegram è il bot, cioè un risponditore automatico che consegna messaggi, immagini, audio e video a chiunque si colleghi. Utilizzalo per le classiche call to action, come ad esempio chiedere ai fan di andare su Facebook per una sessione di Q&A, spostarsi su Twitter per accrescere il live tweeting di un evento che ti vede coinvolto (o vede coinvolta l’azienda per cui lavori), o ancora per offrire ai tuoi clienti uno sconto utilizzabile in un arco di tempo ristretto dalla ricezione del messaggio. Qui trovi un nutrito elenco di bot Telegram.

Il marketing ai tempi di Telegram

I numeri di Telegram

Sono in costante crescita, avendo raggiunto i 10 miliardi di messaggi scambiati al giorno (ad aprile erano 2 miliardi al giorno). Gli utenti, ad oggi, sono quasi 80 milioni.

Numeri distanti da Whatsapp, è vero, ma WhatsApp tutto questo non ve lo permette.

LEGGI ANCHE: Non solo WhatsApp: lo scenario dell’instant messaging è sempre più in crescita.