Turismo 2.0, viaggio nelle startup del settore

La tecnologia si evolve e nuove startup lavorano per modificare e migliorare la nostra concezione del turismo e le nostre abitudini in viaggio

Rocco Iannalfo

Web Marketing & Social Media Manager, Blogger

Turismo 2.0: viaggio nelle start up del settore

Viaggiare vuol dire accrescere il proprio bagaglio di conoscenze, allargare i propri orizzonti, provare emozioni memorabili. Non importa quale sia la destinazione o il motivo del viaggio per cui partirai, il turismo sarà sempre un ottimo investimento che raramente ti farà rimpiangere le spese affrontate.

In un mercato sempre più competitivo l’alternativa alla battaglia dei prezzi è diversificare l’offerta con nuovi servizi. Come in tutti i settori, le startup sono la maggiore fonte di innovazione: giovani creativi che sviluppano la loro idea imprenditoriale e che cercano di ritagliarsi una piccola fetta di mercato. E nell’anno in cui l’online sorpassa le agenzie tradizionali (Expedia si afferma come prima agenzia di viaggi al mondo per fatturato), alle startup serve una marcia in più per fare il salto di qualità per diventare player importanti sul mercato.

Ecco 5 startup che hanno diversificato la loro offerta grazie alle nuove tecnologie e alla creazione di community di viaggiatori.

Freeppie e la geolocalizzazione

Freeppie è la startup che permette di testare gratis le strutture ricettive. Mentre prova il servizio, l’utente si geolocalizza e lascia una recensione.

Anche altre app permettono di associare ai check-in le recensioni (come non pensare a Foursquare) ma il punto di forza delle opinioni degli utenti è che bisogna ultimarle entro le 24 ore dal check-in e più foto e dettagli si inseriscono, più punti si accumulano per testare altre attività. In questo modo si riescono a raccogliere recensioni emozionali ricche di foto e particolari. I commenti degli utenti sono disponibili tramite l’app e vengono condivisi su Facebook nel momento in cui vengono inseriti.

Ok Venice e Google Glass

Turismo 2.0: viaggio nelle start up del settore

Abbiamo già raccontato l’esperienza della visita alla laguna più famosa al mondo tramite i Google Glass e l’app Ok Venice.

L’uso del device a realtà aumentata permetterà di visitare Venezia (e sicuramente in futuro altre città) in una maniera originale ed innovativa!

AudioPlayce e l’audioguida geolocalizzata per il turismo

Turismo 2.0: viaggio nelle start up del settore

AudioPlayce è un nuovo servizio che permette di creare, caricare e scaricare audioguide turistiche.

Questo marketplace propone tramite la geolocalizzazione le audioguide (gratuite e non) presenti per il luogo che si sta visitando. Inoltre è possibile creare un profilo personale in cui condividere i viaggi, aggregare le  audioguide e i contatti di viaggio.

Sailsquare e il “sailsharing”

Turismo 2.0 viaggio nelle start up del settore

Sailsquare è una piattaforma che permette di viaggiare in barca a vela con altre persone, con una modalità che ricorda un pochino il modello di business di BlaBlaCar.

Tramite la community si possono ricercare compagni di viaggio che condividano gli stessi interessi per godersi una vacanza economica e trovare nuovi amici. Non resta che prendere il largo!

Popup Room e l’essenziale che ti attende a destinazione

Turismo 2.0 viaggio nelle start up del settore

Il servizio è attivo a Milano, ma promette di diventare worldwide: tramite PopupRoom potrai trovare il tuo Welcome Box direttamente al tuo arrivo nella destinazione scelta. Potrai così viaggiare senza troppa zavorra e trovare nel box prodotti per la cura della persona, mappe e carte servizi per la città, il caricabatterie (che dimentichiamo sempre a casa) e altre utilità. Interessante l’idea di poter avere il bike sharing incluso nel pacchetto di benvenuto!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?