Buongiorno!

Ninja Morning, il buongiorno di martedì 11 settembre 2018

Amazon, Apple, Samsung, Volkswagen, l'agenda di oggi e altre notizie Ninja che potrebbero interessarti per iniziare questa giornata

ninja

Amazon

Amazon incassa altre due promozioni degli analisti ma il titolo ieri ha faticato a riconquistare la capitalizzazione da mille miliardi di dollari raggiunta per la prima volta e solo a livello intraday il 4 settembre scorso (ora è a 947 miliardi di dollari). Gli esperti di Wells Fargo hanno alzato a 2.300 da 2.110 dollari l'obiettivo di prezzo stimando che Amazon diventerà il principale rivenditore di abbigliamento in Usa nel 2018. Citando dati elaborati da Euromonitor, gli analisti hanno fatto notare che Amazon era stato il secondo nel 2017 dietro a Walmart.

Anche Citi ha alzato il target price per il colosso americano dell'ecommerce, portandolo a 2.250 da 2.100 dollari. In questo caso l'accento è stato posto sulla crescita degli iscritti al servizio Prime come "motivo chiave del perché i marchi e i rivenditori stanno sempre più dipendendo dalle piattaforme del gruppo".

Amazon Go a New York. Intanto Amazon spinge sui suoi Amazon Go e dopo averne annunciato l’espansione sempre all’interno della città di Seattle, il colosso dell’ecommerce ha confermato che un nuovo punto vendita aprirà anche all’interno di New York. La conferma di questo progetto è stata data al magazine TechCrunch dopo che erano emersi alcuni annunci di lavoro che facevano ipotizzare che un punto vendita Amazon Go fosse in procinto di aprire a New York.

LEGGI ANCHE: Amazon Go cresce, in arrivo altri 6 negozi (senza casse né cassieri)

Apple

Se Apple assembleasse i suoi prodotti negli Stati Uniti piuttosto che in Cina, come suggerito da Donald Trump, i prezzi finirebbero per salire del 20%. A fare i calcoli sono gli analisti di Bank of America Merrill Lynch, secondo cui il produttore dell'iPhone potrebbe chiedere ad alcuni fornitori come Hon Hai e Pegatron di trasferire un piccola parte delle loro attività manifatturiere in Usa in risposta alla richiesta del presidente americano, secondo cui Apple dovrebbe produrre i suoi articoli in Usa per evitare di subire gli effetti dei dazi nuovi che potrebbero scattare contro la Cina. Nel rapporto intitolato "Handicapping the China trade risk and potential for ramping US manufacturing", Bank of America spiega che lo spostamento del 100% della produzione dell'iPhone (attualmente non colpito da dazi) in Usa "necessiterebbe di un aumento del prezzi del 20% per controbilanciare il costo del lavoro in rialzo".

ninja

Samsung

Samsung punta sullo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale e ha annunciato l’apertura di un nuovo centro di ricerca a New York per rafforzare le sue competenze in questo settore. Il nuovo centro di ricerca sull’Intelligenza Artificiale della casa coreana a New York sarà guidato da Daniel D. Lee, Executive Vice President di Samsung Research, autorità a livello mondiale nella robotica, entrato in Samsung lo scorso giugno.

LEGGI ANCHE: 5 applicazioni delle reti neurali che già utilizziamo (senza saperlo)

Volkswagen

E' iniziato ieri al tribunale regionale di Brunswick, in Germania, un procedimento che dovrà stabilire se Volkswagen avesse dovuto avvertire prima il mercato del Dieselgate, scandalo che ha portato a far perdere il titolo della Casa automobilistica. A rivolgersi alla giustizia sono stati una serie di azionisti di Volkswagen (circa 3.600), compresi un fondo che fa capo a Elliott (Bentham Europe) e il fondo pensione degli insegnanti della California, che chiedono un risarcimento complessivo di circa 9 miliardi di euro. Si prevede che il procedimento durerà almeno fino al 2019.
Le richieste di risarcimento. Le richieste singole di risarcimento vanno da 370 euro fino alla più elevata che ha un importo di 1,2 miliardi di euro. Quando esplose lo scandalo Dieselgate, il 18 settembre 2015, era in pieno svolgimento il Salone dell'Auto di Francoforte. Con l'apertura di Borsa il lunedì' successivo, il titolo Volkswagen fu colpito dalle vendite e arrivò a perdere il 40% in due giorni.

In agenda oggi

EIT DIGITAL – EIT Digital, tra le principali organizzazioni europee per l’innovazione aperta, ospiterà la sua terza conferenza annuale in cui verranno illustrati la visione e i risultati raggiunti da EIT Digital sulla formazione della digitalizzazione in Europa.

Le notizie che forse ieri ti sei perso

Philips, McDonald's e Nike: i migliori annunci stampa della settimana
Ricaricate le batterie, anche la creatività torna nella sua veste migliore. Quella degli annunci stampa più belli dalle agenzie di tutto il mondo

? Nel Mondo ci sono più SIM che persone: dice l'Ericsson Mobility Report
Secondo l'analisi della società svedese il numero delle schede SIM ha toccato i 7,8 miliardi di pezzi, contro i 7,6 miliardi di abitanti della Terra

? Giochi, Digital Magics e La Settimana Enigmistica a caccia di nuovi progetti
L'incubatore di startup digitali e l’editore del popolare settimanale lanciano la Casual Gaming Challenge, una call per startup del gaming

? Siemens e Scania progettano un'autostrada elettrica per i camion
Il progetto guidato dalla società svedese Scania riguarderà inizialmente 6 chilometri della A35 Brebemi, l’autostrada che collega Brescia con Milano

?Un'azienda italiana vuole produrre bioplastica con l'olio di frittura usato
A Bologna Bio-on ha scoperto che con l’olio di frittura esausto si può produrre un biopolimero naturale e biodegradabile al 100%

? Reale Mutua compra un pezzo di Auting (Yago), l'Airbnb dei motori
La compagnia di assicurazioni acquisisce poco meno del 20% di Yago, startup che ha sviluppato la piattaforma di car sharing

? L’arte di protesta di Banksy arriva a Milano
Il writer di Bristol per la prima volta in mostra al MUDEC di Milano dal 21 novembre con "The Art of Banksy. A visual protest"

? Twitter lancia un’emoji per la Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio
Fino al 16 settembre un fiocco arancione comparirà su Twitter con gli hashtag #GiornataMondialePrevenzioneSuicidio #PrevenzioneSuicidio #GMPS2018 #GMPS #worldsuicidepreventionday

? 5 applicazioni delle reti neurali che già utilizziamo (senza saperlo)
Molti i casi in cui le reti neurali sono indispensabili: i settori in cui si applicano sono i più disparati, dai trasporti al sociale. Scopriamo di più!

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy