Week in Social

Week in Social: Facebook lancia le ads in AR e su Instagram arrivano le nuove domande nelle Stories

Tutte le ultime novità della settimana dal mondo dei social che proprio non puoi perderti

Ti piacerebbe entrare in connessione con uno dei più prestigiosi esperti italiani di Social Media e ricevere aggiornamenti continuativi e notizie imperdibili? Scopri il Social Media LIVE Program con Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy.

Come ogni venerdì torna puntale la nostra rubrica Week in Social, questa volta con le ultime novità in casa Facebook, Instagram e WhatsApp.

Analizziamole insieme!

Facebook: AR negli ads e video creation kit

Week in social

Se hai seguito la conferenza F8, sai che Facebook aveva annunciato che avrebbe integrato la realtà aumentata in Messenger e che avrebbe continuato a investire in questa direzione; è stato di parola. È infatti di pochi giorni fa la notizia di un nuovo formato di annunci in AR.

Questi annunci appariranno come tutti gli altri, nel news feed delle notizie, tranne che per l’opzione “Tap to Try it On” che ti permetterà di indossare, virtualmente, gli oggetti inseriti nell’annuncio, e acquistarli, se ti piace ciò che vedi.

LEGGI ANCHE: Acquisire Instagram è stato l’affare del secolo per Facebook

Pare che Michael Kors sia stato il primo a testare gli annunci AR nel News feed e che quest’estate sarà seguito da altri brand come Sephora, NYX Professional Makeup, Bobbi Brown, Pottery Barn, Wayfair e King.

Luca La Mesa, Top Teacher Ninja Academy, ha commentato così la novità:

Una novità che avevamo annunciato tempo fa e che stiamo provando a sperimentare con un importante cliente sportivo. Sono sicuro che vedremo degli esempi sempre più creativi per valorizzare al massimo le potenzialità della realtà aumentata.

SocialMediaLiveProgram-NM_600x420

Un’altra novità in casa Facebook riguarda invece il nuovo kit per fare video mobile. Dì la verità, per conoscere un prodotto, prima di acquistarlo, non preferiresti guardare un video sul tuo cellulare piuttosto che leggere un noioso testo? Questo Facebook lo sa. Ma creare un video del genere non è semplice né rapido. Per questo ha pensato a un Video Creation Kit che aiuterà gli advertiser a creare annunci video mobile accattivanti ed efficaci utilizzando immagini già esistenti, a cui poter aggiungere sovrapposizioni e loghi in pochi click.

Instagram: novità per tag e adesivi

Week in social

Restando in tema advertising, Facebook ha dichiarato che estenderà la possibilità di taggare i prodotti su Instagram anche alle Stories, oltre che ai post, e che aggiungerà un nuovo formato adv pensato per lo shopping e specifico per Instagram, Collection, che permetterà di vedere diversi prodotti, senza uscire da Instagram.

Se sei appassionato di Instagram e Stories, poi, avrai già visto il nuovo adesivo per le domande.

LEGGI ANCHE: Come ottimizzare la tua strategia di Social Selling su Facebook, LinkedIn e Instagram

A differenza degli adesivi e delle emoji già esistenti, in cui puoi chiedere alle persone che seguono le tue Stories di interagire con i tuoi contenuti esprimendo un gradimento o rispondendo alle tue domande, in questo caso l’ottica si ribalta completamente. Attivando l’adesivo “Domande”, puoi invitare le persone che ti seguono a farti delle domande, a cui rispondere pubblicamente.

Nella risposta non si vedrà chi ti ha posto la domanda, quindi sentiti libero e se ancora non hai gli adesivi per le domande, basta aggiornare la app.
Anche questa novità si aggiunge ai tanti modi che hai per interagire con i tuoi follower e chiedere il loro parere.

Ecco cosa ne pensa Luca La Mesa:

Una nuova semplice funzionalità per interagire con i fan e rispondere alle loro curiosità. Nel Social Media LIVE Program abbiamo subito fatto un test di prova per comprenderne le caratteristiche.

week in social

WhatsApp: arriva l'etichetta Forwarded

Per concludere la nostra Week in Social, parliamo di WhatsApp, che ha appena introdotto una nuova funzionalità pensata per aiutare gli utenti a identificare l'origine delle informazioni che ricevono nell'app di messaggistica.

Cosa significa questo? Ce lo facciamo spiegare direttamente da WhatsApp: "Da oggi, quando ricevi un messaggio, WhatsApp ti segnalerà se si tratta di un messaggio che ti è stato inoltrato. Grazie a questa indicazione aggiuntiva, sarà più semplice conoscere la provenienza di un messaggio all'interno di una chat individuale e di gruppo e capire se un amico o un familiare ti ha scritto direttamente, o se il messaggio era stato originariamente composto da qualcun altro".

week in social

Per visualizzare questa nuova indicazione per i messaggi inoltrati, devi aver installato sul telefono l'ultima versione di WhatsApp.

Se ti sembra una funzionalità eccessiva, devi sapere che invece è una misura contro la diffusione della disinformazione, soprattutto in paesi come l’India, dove l'azienda ha 200 milioni di utenti, e che si sono registrati casi in cui la disinformazione e la diffamazione virale circolata su WhatsApp ha danneggiato persone prese di mira da false voci, fino a spingerle a gesti drammatici.

Insomma, da oggi, se non lo facevi già, usa WhatsApp responsabilmente.

Se hai seguito la conferenza F8, sai che Facebook aveva annunciato che avrebbe integrato la realtà aumentata in Messenger e che avrebbe continuato a investire in questa direzione; è stato di parola

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy