Insider

Facebook vuole Bloomsbury AI, startup di Intelligenza Artificiale

Nei piani della società di Zuckerberg la startup che ha sviluppato un sistema la comprensione del testo da parte delle macchine (utile in chiave fake news)

Facebook vuole acquisire Bloomsbury AI, startup basata a Londra che si occupa di tecnologie di intelligenza artificiale e in particolare di elaborazione del linguaggio per aiutare le macchine a le macchine a rispondere alle domande sulla base delle informazioni raccolte dai documenti (comprensione del testo). Secondo il tech magazine Tech Crunch, Zuckerberg potrebbe sborsare per la società inglese fra i 23 e i 30 milioni di dollari. Già, ma per fare cosa? Facebook potrebbe schierare il team dell'azienda e la sua tecnologia contro le fake news e per affrontare tutti gli altri problemi connessi ai contenuti. In particolare Facebook sarebbe interessato ad un'API chiamata Cape. "Abbiamo iniziato sviluppato un'intelligenza artificiale che legge documenti di testo e risponde a domande sui loro contenuti (chiamata Cape)" si legge sul sito della società.

facebook

Un po' di storia

Bloomsbury AI è una startup fondata nel 2015 da Guillaume Bouchard , Luis R. Ulloa, Matko Bosnjak, Sameer Singh, Sebastian Riedel , Tim Rocktäschel. Fra gli investitori Fly.VC, Seedcamp, IQ Capital, UCL Technology Fund e il London Co-Investment Fund.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy