Advertising

Le pubblicità più belle premiate ai Cannes Lions 2018

Incetta di premi per Diesel come brand e tanti i leoni vinti dalle agenzie creative italiane

Urania Frattaroli 

Creative Copywriter

A Cannes è stata una settimana dedicata alla creatività e alle forti emozioni legate all'advertising: grande è stata l’attesa per la consegna degli ambiti Leoni d’oro e grande è stato il gradimento per le nuove categorie introdotte. Categorie che hanno premiato la creatività anche nelle tematiche sociali, dando voce al rispetto per l’ambiente o alla diversità. Di sicuro, la protagonista di quest’anno a Cannes è stata una narrazione che ha posto al centro l’uomo con le sue caratteristiche e le sue sfumature naturali, raccontato in modo più realistico.

Scopriamo insieme le pubblicità più belle premiate con i Grand Prix ai Cannes Lions di quest'anno.

Glass Lion for Change

Libresse - Blood Normal

La categoria che promuove il cambiamento culturale per abbattere diseguaglianze di genere, premia questa campagna che vuole eliminare il preconcetto sulle mestruazioni, mostrando la naturalità del periodo in tutte le sue forme. Basta, quindi, a tabù e a esemplificazioni con liquidi blu, ma via libera alla realtà, insieme a crampi dolorosi, sesso e cambiamenti del corpo della donna legati al periodo.

Agency: AMV BBDO Londra

Grand Prix Titanium

Palau Pledge

Il Premio per la categoria Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, introdotto quest’anno ai Cannes Lions e creato in collaborazione con le Nazioni Unite, è dedicato all’attenzione per l’ambiente del mondo intero.

Questa è una campagna integrata a favore di un turismo responsabile ed è rivolta ai visitatori di Palau (la tredicesima nazione più piccola al mondo), coinvolti nell’impegno di rispettare l’ambiente anche attraverso una firma sul passaporto, come promessa fatta ai bambini dell’isola. Perché anche le piccole azioni hanno grandi effetti.

Agency: Host/Havas Sidney

Gran Prix Social & Influencer

Nike - Nothing Beats a Londoner

Nike, in occasione delle Olimpiadi invernali, fa allenare gli atleti di tutte le età in una Londra ruvida e quasi ostile. Il film, condiviso sui social da londinesi, celebrità e anche dallo stesso sindaco di Londra, è diventato subito virale.

Agency: Wieden & Kennedy London

Grand Prix for Print and Publishing

Budweiser - Tagwords

La licenza per la concessione delle immagini si sa, è qualcosa di proibitivo, anche per un grande marchio come Budweiser, impossibilitata a mostrare tutte le immagini delle più celebri star musicali che nel corso della storia hanno gradito la sua birra.

Tagwords è una campagna outdoor, i cui manifesti invitano ad una ricerca per immagini su Google tramite parole specifiche, al fine di scoprire le indimenticabili icone musicali di ogni determinato periodo. Ovviamente con una birra in mano.

Agency: Africa São Paulo

LEGGI ANCHE: Le pubblicità favorite ai Cannes Lions 2018 (secondo noi)

Gran Prix Film

Tide -  It’s a Tide Ad

In una delle campagne del Super Bowl, David Harbor l’attore di Stranger Things, mette simpaticamente in ridicolo gli stereotipi delle pubblicità di birre, bagnoschiuma, auto, rasoi, profumi, prodotti per la massa muscolare e tecnologici.

In tutti gli episodi di questo spot, gli abiti sono ovviamente puliti e brillanti perché "Questo è uno spot Tide".

Agency: Saatchi & Saatchi New York

Procter & Gamble -  The Talk

Oltre a "It's a Tide Ad", l'altro grande vincitore di P&G a Cannes è stato The Talk, un film che si muove tra diverse generazioni, e che incoraggia il dialogo tra genitori e figli dalla pelle nera attraverso le delusioni, le difficoltà e le ingiustizie del razzismo. Questa campagna rilancia l'iniziativa di P&G a sostegno della bellezza nera e contro il pregiudizio razziale: My Black is Beautiful.

Agency: BBDO New York

Gran Prix Outdoor

McDonald’s - Follow the Arches

Il noto brand ha pensato, anzi ripensato, la segnaletica autostradale di Canada e Stati Uniti, collocando cartelli direzionali in prossimità dei suoi ristoranti. Lo ha fatto giocando con il suo logo, con un approccio molto semplice ma di grande impatto, invitando i guidatori affamati a seguire gli archi. Less is more.

follow-the-arches-new-fi-2018-1320x660
Agency: Cossette Toronto

Grand Prix for Good

ALS Project Revoice

Premio per il lavoro non-profit creato per l’associazione ALS che aiuta le persone affette da SLA, (di cui fa parte anche Pat Quinn, fondatore della sfida Ice Bucket).
Attraverso i vari filmati degli interventi pubblici di Quinn in cui parla della malattia, la società canadese Lyrebird è riuscita a ricreare il suo tono di voce grazie a una nuova tecnologia e a replicarla nel modo più simile e naturale.

Il progetto incoraggia tutti i pazienti ad usare il “voice banking”, per far sì che la voce ascoltata non sia più anonima e metallica, ma la propria.

Agency: BWM Dentsu Sydney

Brand Experience&Activation, Direct e Outdoor

Diesel - Go with the Fake

Ben tre ori per Outdoor, Brand Experience & Activation; due argenti per Brand Experience & Activation e Direct;  quattro bronzi per Design, Brand Experience & Activation, Direct, PR.

Questi i premi vinti dalla campagna DEISEL, un esperimento sociale ben riuscito, organizzato durante la New York Fashion Week dello scorso febbraio.

Le etichette del brand Diesel sono state volutamente contraffatte e cucite sugli abiti che sono stati messi in vendita in un finto temporary store a Canal Street, la strada di Broadway famosa per la vendita di vestiti con marchi fake. La linea "contraffatta" è diventata subito una limited edition.

Agency: Publicis Italy e Publicis New York

Film Craft

Diesel - Go with the Flaw e Keep the World Flawed

I due film presentati a Cannes, oltre che raccontare i difetti, celebrano maestosamente l'imperfezione, in un mondo che ormai vive di apparenza e dove i social dettano le regole della bellezza in tutte le sue forme, alla continua ricerca della perfezione assoluta.

Questo è un invito a interrompere il flow dell'impeccabilità e a seguire quello dell'imperfezione, ovvero l'autenticità propria di ogni singola persona che la rende originale e unica rispetto alle altre.

Agency: Publicis Italy

Le altre italiane premiate ai Cannes Lions

Tra le agenzie italiane pluripremiate a Cannes, troviamo inoltre:

AUGE DESIGN -  un oro e un bronzo nella categoria DESIGN con il progetto per Mutti: Special Edition for FICO Eataly World

DUDE -  due argenti nella categoria OUTDOOR con la campagna per Netflix: Black the future social club

McCANN - un bronzo nella categoria CREATIVE DATA con il progetto per il Centro Clinico Nemo dell’Ospedale Niguarda: The Voice of the voices

DDB - quattro bronzi nelle categorie OUTDOOR, RADIO e SUSTAINABLE DEVELOPMENT GOAL con la campagna per Ikea: The Room

I due film presentati a Cannes, oltre che raccontare i difetti, celebrano maestosamente l'imperfezione, in un mondo che ormai vive di apparenza e dove i social dettano le regole della bellezza in tutte le sue forme, alla continua ricerca della perfezione assoluta.

Scritto da

Urania Frattaroli 

Creative Copywriter

Figlia del Drive In, sono cresciuta a pane, pubblicità e parole. Vivo da longobarda ridendo tra una supercazzola e una crasi, senza dimenticare però il Crystal Ball che ho… continua

Condividi questo articolo


Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY