Eventi

I dati sono la nostra forza e le nostre emozioni: non dobbiamo averne paura

Dal Fintech alla sperimentazione musicale: la due giorni del Data Driven Innovation 2018 ha portato a discutere sul tema dei dati più di 130 speaker

Un keynote speech sulla presenza assoluta dell'intelligenza artificiale nella vita quotidiana ad aprire, un live speciale con un duetto che ha avuto per protagonisti Danilo Rea e AM I, device di tecnologia artificiale, a chiudere. Nel mezzo: i gradi temi legati a BigData, all'Industria 4.0 alla Privacy e al GDPR. Al Fintech (keynote speech di Massimo Chiriatti). Trend ed emozioni. Il Data Driven Innovation è stato anche questo: 130 speaker e 1300 iscritti alla due giorni, organizzati in via della Vasca Navale (al Dipartimento di Ingegneria di Roma Tre) da InnovaCamera, l'azienda speciale della Camera di Commercio di Roma. Due giorni per avvicinarci alla Maker Faire Rome di ottobre, un po' più consapevoli e attenti sull'uso dei nostri dati. E magari meno inutilmente ansiosi. L'impressione è che la manifestazione crescerà ancora. Al pari della consapevolezza sull'importanza dei dati.

Questa è la terza edizione. Quella che ci ha portato due anni fa ad iniziare è stata una felice intuizione. Il suo successo ci obbliga a continuare anche l'anno prossimo. Siamo pronti a farlo. Nelle prossime settimane annunceremo data e luogo (Paolo Atzeni, docente Dipartimento di Ingegneria di Roma Tre)

LEGGI ANCHE: “La musica deve accettare la sfida dell’intelligenza artificiale”

data drive innovation

Road to Maker Faire Rome

"Esistono due tipi di intelligenza artificiale: quella cosciente e quella incosciente. La prima può aiutarci nel problem solving e nella logica, mentre la seconda è quella utilizzata per gestire i big data e nel machine learning". Dopo i saluti iniziali, è toccato al keynote speech sull'intelligenza artificiale di Hugues Bersini della Libera Università di Bruxelles iniziare a fare sul serio.

https://twitter.com/ninjamarketing/status/997395284345933824

Ma è con la Sessione Plenaria che la kermesse ha preso il volo. Un'ora e mezza per aprire la finestra sulla quotidianità dei dati: dal GDPR, alle ricerche su Google, al ruolo delle imprese, fino alle nostre scelte quotidiane.

https://twitter.com/GUIDOdipp/status/997446977179783168

Aspettando Maker Faire Rome

La due giorni fa parte del percorso di avvicinamento alla Maker Faire Rome 2018, di cui ha già fatto parte il Fintech Innovation all’Auditorium Parco della Musica all'inizio di maggio. E anche il talk sui Big Data ad aprile con Divesh Srivastava, responsabile del Database Research dell’AT&T Labs – Research. Segnale dell'evoluzione della manifestazione nata e dedicata ai makers, che ha l'obiettivo di diventare sempre di più spazio di incontro e discussione sull'economia digitale nel suo complesso. Un network.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy