Smart people

Talento e determinazione: da Abramovich a Oprah, la storia di milionari nati poveri

Ecco alcuni esempi di chi è diventato ricco e famoso grazie al proprio talento e a una massiccia dose di forza di volontà

Nessuna formula matematica e nemmeno l’obbligo di essere già facoltosi, diventare milionari e avere successo sono traguardi che possono essere raggiunti da tutti, come ci dimostrano le persone di cui parliamo in questo post.

In ogni caso, ci sono delle buone regole da seguire per aumentare la propria probabilità di raggiungere il successo.

Prima di tutto, è fondamentale credere in quello che si fa e appassionarsi al proprio lavoro, è possibile concentrarsi su ciò che è davvero importante dimenticandosi della fatica e iniziando a risolvere i problemi, inevitabili ed essenziali senza soffermarsi sulle inezie.

Secondo consiglio: tenere (e seguire) l’agenda. Tieni sotto controllo il tempo che hai a disposizione ed incastra tutto ciò che devi fare in una tabella di marcia precisa, senza dimenticarti di essere flessibile e resiliente al punto giusto.
Infine, metti in conto che il fallimento è possibile, trovando quindi un giusto compromesso tra perseveranza e capacità di cambiare.

LEGGI ANCHE: Il segreto del successo in 24 frasi di Warren Buffett, uno degli uomini più ricchi del mondo

Oprah Winfrey

oprah
Uno spiccato talento e la voglia di metterlo in gioco fino in fondo per solcare i palchi del divertimento e dell’intrattenimento, questo è ciò che accomuna Guy Laliberté, Oprah Winfrey e Sheldon Adelson, oltre alle loro radici umili.

Guy Laliberté è noto come il fondatore e CEO del Cirque de Soleil. La sua storia, però è quella di un musicista di strada che ha iniziato a dar prova del suo talento per le strade canadesi. Ha organizzato il casting di un gruppo di artisti circensi per una tournée tra il Canada e gli Stati Uniti, fino ad arrivare a Las Vegas e a trasformare la sua idea in quello che è il circo più famoso al mondo oggi.

Oprah Winfrey oggi volto della tv americana, ma è partita come corrispondente di una piccola TV americana all’età di 19 anni ed è cresciuta non proprio nella bambagia in Mississipi. Il suo talento apparve subito evidente ma era chiaro che andava indirizzato sulla giusta strada.

LEGGI ANCHE: 15 frasi famose di Bill Gates per motivarti anche oggi

Sheldon Adelson, anche lui all’interno del mondo dell’intrattenimento, non è protagonista di uno show ma è a capo del più grande gruppo di casinò a Las Vegas. Con un passato da grande lavoratore nel settore dei distributori automatici, non si è lasciato abbattere nemmeno dalla recessione degli scorsi anni che lo ha posto a capo del suo impero facendogli guadagnare una vera fortuna!

Soldi e sport: Roman Abramovich

roman

A volte lo sport è sinonimo di spettacolo e lo sanno bene i milionari che in questo settore hanno fatto la loro fortuna, nonostante le modeste origini: Mohed Altrad, Shahid Khan, Roman Abramovich.

Il primo, odierno presidente del Montpellier rugby club, è siriano, cresciuto con la nonna ed emigrato in Francia dove, dopo una corretta istruzione e un’importante gavetta, ha fondato la sua azienda Altrad Group.

Il secondo era un giovane lavapiatti che guadagnava 1 dollaro e 20 durante la sua vita da studente, finché la perseveranza ed il talento lo hanno portato ad essere oggi proprietario dell’azienda Flex-N-Gate e della squadra Fulham.

L’ultimo, l' imprenditore russo Roman Abramovich, ha costruito la sua fortuna con una piccola azienda dimaterie plastiche, ora quotata 13 milioni di dollari. Oggi il suo core business è la gestione del famoso Chelsea.

Ralph Lauren e Francois Pinault

ricchi3

Se oggi parliamo con qualcuno di  Ralph Lauren, Leonardo Del Vecchio, Francois Pinault, l'immagine che ci facciamo è quella del patinato e lussuoso mondo della moda, ma non è sempre stato così. Una cosa che li ha accomunati prima di raggiungere fama e ricchezza: fare esperienza del settore del fashion è stato il segreto per raggiungere il ruolo che ora ricoprono.

Ralph Lauren, infatti, faceva il commesso a New York in un negozio quando ha avuto l’idea di creare cravatte più alla moda ed appariscenti. Nel 1967 ha lanciato la sua azienda. Dopo il grandioso successo, ha capito che la moda era la sua strada ed è così che è nato il famoso marchio Polo.

Leonardo Del Vecchio e Francois Pinault hanno in comune un’infanzia povera e costellata di sacrifici lavorando come operai. Il primo, grazie alla lavorazione del vetro per le auto, ha acquisito la conoscenza necessaria per la creazione di modelli di occhiali conosciuti in tutto il mondo; il secondo ha fatto tesoro delle tecniche di vendita acquisite dal suo datore di lavoro, per la creazione del suo futuro impero societario.

Anche Patron Tequila e Starbucks hanno alla loro dirigenza uomini che “si sono fatti da soli” portando avanti le loro idee, creando conosciutissimi brand da zero, acquisendo e gestendo prima piccole realtà che passo dopo passo sono diventati i baluardi che oggi tutti conoscono e che continuano ad avere nuovi piani d’espansione.

ricchi4
Ultimo grande nome del settore commercio al dettaglio nell’elenco dei ricchi o ricchissimi è Do Won Chang, fondatore di Forever 21, oggi catena di shop diffusi in tutto il mondo; è nata durante gli anni ‘80 per opera di un immigrato coreano che svolgeva 3 lavori per sbarcare il lunario.

Jan Koum, il papà di WhatsApp

koum

Nel campo tecnologia e telecomunicazioni, uno tra i nomi più conosciuti è quello di Jan Koum, il papà di Whatsapp, che dall’Ucraina è arrivato in California e da qui, con un amico, ha inventato il celebre sistema di messaggistica. Ovviamente la sua attuale ricchezza è aumentata molto quando ha venduto la sua creatura a un altro milionario, Mark Zuckerberg.

Anche le storie dei fondatori di Oracle ed Excell non sono tutte rose e fiori, anzi, entrambi provengono da famiglie povere o assenti e hanno scelto di rimboccarsi le mani per raggiungere il successo e la ricchezza.

Anche per due dei nomi più influenti della finanza, Ken Langone e George Soros, c’è stato un periodo in cui erano al verde. Dopo molti lavori umili, sono riusciti a costruire un impero.

Nel settore degli industriali possiamo citare Lakshmi Mittal, magnate dell’industria pesante, e Li Ka-shing, boss della plastica. Entrambi sono stati operai di aziende del loro settore e, partendo da lì, conoscendo a fondo il lavoro, hanno creato un vero tesoro.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Il talento c’era fin da subito andava solo messo a frutto nella giusta strada

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY