Storytelling

Un mini-film girato tutto con iPhone X. Così lo spot Apple in Cina è diventato virale

Si intitola "Three Minutes", il nuovo (commovente) short film di Peter Chan che è soprattutto uno spot per iPhone X

Roberta Leone 

Copywriter & Content Manager

A pochi mesi dalla messa in vendita nel mercato cinese di iPhone X, Apple ha dovuto correre ai ripari viste le incursioni di agguerriti rivali nel settore degli smartphone, come gli autoctoni Huawei.

LEGGI ANCHE: Come la Blockchain sta cambiando (anche) il futuro dell'entertainment 

Le vendite stanno già dimostrando i primi risultati positivi nel Sol Levante, ma per vincere la battaglia dei regali per il capodanno cinese, Cupertino si è affidata alla regia del cineasta Peter Ho-Sun Chan che ha prodotto "Three Minutes", il nuovo corto girato esclusivamente con il nuovo device Apple.

Lo short movie di Apple che è diventato virale in China (e spinge iPhone X)_d

Three Minutes racconta la storia di una donna capotreno in una delle tratte più lunghe del Paese, frequentatissima in questo periodo dell'anno, e che la tiene lontana dal figlio proprio durante la festività.

Quest'anno però, insieme all'aiuto della sorella, riuscirà a vederlo per un brevissimo periodo, tre minuti appunto, nel quale potrà abbracciarlo tra una fermata e l'altra.

LEGGI ANCHE: Costruire una brand identity solida. Lo stai facendo nel modo giusto?

Lo spot Apple non è però un racconto familiare classico e felice: un senso di malinconia permea tutta la durata dello spot, incentivata tra l'altro dall'uso della fotografia, che si avvale di luci fredde, distanti, che non accompagnano certo in maniera morbida la narrazione.

Il timer che scorre inesorabile inoltre, infonde alla trama un senso di urgenza e oppressione, una corsa all'ultimo minuto, una piccola epopea moderna.

Lo short movie di Apple che è diventato virale in China (e spinge iPhone X)_a

Ma il contatto avviene, anche se i pochi minuti che trascorrono insieme non sono come lo spettatore si aspetta.

Tor Myhren, vice presidente marketing e comunicazione della Apple, ha dichiarato a AdWeek come scegliere Chan per la regia di Three Minutes sia stata una scelta dettata dalla capacità del cineasta di trasporre su pellicola storie potenti ed emozionanti.

LEGGI ANCHE: Le tre tipologie di Copywriter (e come stare alla larga dagli errori)

"Peter Chan è uno dei più grandi cineasti d'oriente ma all'attivo aveva solo pellicole per il grande schermo", afferma Myhren -  "abbiamo discusso in merito alla necessità di comprimere lo storytelling adattandolo ai tempi del web ma lasciandogli la libertà di approfondire i personaggi".

Ma il soggetto di Tree Minutes non è frutto di una fantasia autorale, la Apple stessa ha sottoposto la storia al regista.

Lo short movie di Apple che è diventato virale in China (e spinge iPhone X)_b

"Siamo venuti a conoscenza di questa storia e ne siamo rimasti tutti commossi", dice il vice presidente marketing Apple, "dopo alcune settimane di collaborazione con il regista per sviluppare la storia, Chang ha aggiunto due tocchi da vero artista, il timer in real time e il ragazzino che recita le tabelline. Il primo aiuta a costruire l'intensità del momento, mentre il secondo aiuta a plasmare il perimetro del rapporto tra madre e figlio con questi sempre desideroso di impressionarla, a qualsiasi costo".

Lo short movie di Apple che è diventato virale in China (e spinge iPhone X)_c

"Svolgere le riprese con iPhone X ha garantito una maggiore flessibilità al team di snodarsi tra i binari" continua Myhren "senza abbassare la qualità del girato che rimane impeccabile".

Lo short movie di Apple che è diventato virale in China (e spinge iPhone X)_e

Sebbene fosse il primo spot di Chan con un iPhone, il regista pare averci preso particolarmente gusto e, dopo Tree Minutes, ha diretto diversi tutorial da milioni di visite con il melafonino .

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Peter Chan è uno dei più grandi cineasti d'oriente ma all'attivo aveva solo pellicole per il grande schermo. Abbiamo discusso in merito alla necessità di comprimere lo storytelling adattandolo ai tempi del web ma lasciandogli la libertà di approfondire i personaggi. Tor Myhren, vice presidente marketing comunicazione di Apple.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY