Breaking News

E anche Google si è fatta il suo circuito di pagamenti: nasce Google Pay

Big G riunisce Android Pay e Google Wallet in un unico brand

Dopo Samsung Pay, Huawey Pay, LG Pay e Apple Pay, anche Google lancia Google Pay, nuovo marchio che riunisce sotto un’unica etichetta i due più importanti tool di pagamento dell’azienda di Mountain View, Android Pay e Google Wallet. La decisione, annunciata dal vice presidente del Product Management del Payment, Pali Bhat, ha lo scopo di semplificare i processi di pagamento digitale di Google: «Non sarete più preoccupati su che app usare per accedere alle vostre informazioni di pagamento, perché troverete tutto in Google Pay», si legge sul blog ufficiale.

google pay

Una sola app per pagare tutto

Parafrasando una famosa frase de il Signore degli Anelli, “un solo anello per domarli tutti”, Google sceglie la strada della semplificazione. Così unisce i due servizi nati in anni diversi: prima il predecessore Wallet, che non ha convinto fino in fondo, spingendo l’azienda a rivisitare la sua app di pagamento, nel progetto Android Pay.

Prima dell'avvento di Google Pay, gli utenti potevano infatti pagare con Android Pay, Google Wallet o sfruttare le funzioni di Chrome di auto compilazione dei campi relativi alla carta di credito.

Diversi sistemi che hanno portato un po’ di confusione negli utenti che ora possono avere tutto quello di cui hanno bisogno per effettuare pagamenti in un’unica app. Così potranno fare acquisti su Chrome, nel Play Store, su Youtube, trasferire soldi ad amici o familiari, ma anche “offline”, in supermercati  e negozi, grazie alla tecnologia NFC.

Ci sono già i primi sconti per chi lo utilizza

Sono già partite le prime partenership, come annunciato da Bath. Google Pay è già utilizzabile per fare acquisti su alcune delle app più amate dagli under 35, come Airbnb, Instacart, servizio di consegna a domicilio di cibo, Fandango per acquistare serie e libri e altri.

Per incentivare l’uso dell’app, Google ha previsto anche degli sconti per i servizi che abbiamo citato ed altri.

Allo stesso tempo, Bath ha invitato gli sviluppatori a visitare il Payment solution Site, per offrire suggerimenti su come implementare Google Pay e favorirne l’integrazione.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY