Social Media

Arriva WeBot, il chatbot di Facebook Messenger che scova la protesta più vicina a te

Animi irrequieti e voglia di rivoluzione? Facebook Messenger pensa proprio a tutto

Come diventare Social Media Manager? Scopri il Master Online in Social Media Marketing + Factory di Ninja Academy: impara la teoria online e mettiti alla prova lavorando come se fossi nel Social Media Team di Ceres!

Per tutti gli spiriti irrequieti nonché assidui frequentatori di social c'è una novità: arriva dagli Stati Uniti un chatbot di Facebook che avvisa dove si trova la protesta più vicina.

Ebbene sì, ironia a parte, la tempesta Trump sembra portare sempre più malcontento, motivo per cui si cerca di cavalcare il successo e la capillarità d'informazione che solo i social sanno dare.


Così, lo scorso mercoledì è stato lanciato un chatbot che permette agli utenti di localizzare in maniera semplice e veloce la protesta locale più vicina per prenderne parte.

Ovviamente, da usare è semplicissimo: tutto quello che dovrete fare è cliccare sul link per accedere direttamente con Facebook Messenger al bot.

Troverete anche la pagina appositamente dedica che riporterà, fra le varie informazioni, il link di riferimento.

WeBot, istruzioni per l'uso

Cliccandoci sul link, verrà chiesto di condividere la posizione al fine di individuare la localizzazione e trovare la protesta più vicina.

A noi ninja, animi pacifici, è andata "male": nessuna protesta nei paraggi, quindi ci è impossibile verificare la fattibilità del bot.

webot_bot_facebook

Non contenti, ci riproviamo decidendo di non condividere la nostra posizione bensì di inserirne una diversa (americana) manualmente, ma neanche così riusciamo a trovare una protesta che ci accontenti.

Felici di concludere in maniera pacifica la nostra giornata, ci chiediamo: "Era davvero necessario un chatbot di questo tipo?".

Un ChatBot per creare aggregazione intorno alle proteste

Logan Bernard, co-fondatore di WeBot insieme al fratello Nathan, ha pensato bene di aiutare le persone ad aggregarsi sfruttando a pieno la popolarità che ruota attorno ai numerosi eventi Facebook di protesta.

"Insieme possiamo lavorare per aumentare la popolarità  degli eventi e ingaggiare più persone possibili", ha dichiarato Bernard.

Se ve lo state chiedendo, sì, è tutto vero.

WeBot, però, non è l'unica idea combattiva e un po' anti-Trump. Sul web si possono scovare tantissime app, tool ed iniziative di questo tipo. Dalla più estremista BoycottTrump per scovare le aziende che hanno interessi commerciali ed economici con il presidente, ad una guida su come resistere all'attuale situazione politica.

Se non ci credete, date uno sguardo qui.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Istruzioni per l'uso: cliccando sul link, verrà chiesto di condividere la posizione per trovare la protesta più vicina. A noi Ninja, animi pacifici, è andata "male": nessuna protesta nei paraggi, quindi ci è impossibile verificare la fattibilità del bot.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy