Business

L’eterna lotta tra Marketer e Developer

Con un po' di ironia vediamo di riuscire a sanare questo conflitto che si perde nella notte dei tempi

Mauro D'Amico 

Sales&Marketing Strategist

Ci sono alcuni conflitti che possono essere definiti epici nell’immaginario collettivo. Batman ha Joker e l'Italia la Germania, ma serpeggia nel mondo un altro scontro di cui si parla troppo poco: quello tra Marketer e Developer.

Anche nel mondo digitale questa guerra tra mondi può generare molte vittime, tra cui la tua azienda. Vediamo qualche caso tipico.

mvp

MVP troppo "Minimo"

Mktg: "Ti ho già detto mille volte che noi dobbiamo avere un approccio Lean, un approccio Lean!

Possibile che tu non abbia letto "Lean Startup" di Eric Ries?

Dai, fidati ciecamente di me e togli questa feature, leva quel servizio, non serve quell’upgrade e lascia perdere questa funzione… Dobbiamo semplificare, ridurre all’osso: il nostro MVP deve essere minimal perché Less is always more!"

Spesso però, un prodotto così povero di funzioni non viene adottato da nessuno.

E fare una gara in rimonta rispetto ai propri concorrenti genera affanno e stress, due elementi che non sono funzionali al successo nel medio periodo e che genereranno conflitti sin da subito.

Marketer e Developer

Prodotto troppo complesso

Dev: "Senti, hai mai sviluppato te? Sai scrivere codice? No, e allora che tipo di consigli mi vuoi dare?!?

Lascia fare a me che Steve Jobs senza Steve Wozniak non sarebbe andato da nessuna parte. Dobbiamo inserire tutte le funzioni desktop all’interno della versione mobile tanto il sito è responsive quindi si aggiusta da solo a seconda del tipo di visualizzazione, perciò anche nella App metterò tutte le funzioni del sito perché tanto basta che l’utente navighi nei sottomenu e troverà tutto".

Le ultime parole famose. Non c’è niente di più fastidioso di navigare da mobile su siti troppo complessi, con strutture ad albero iper-ramificate e nessuna intuitività.

Siete mai andati su un sito istituzionale (tipo Enti Previdenziali, Municipalizzate, PA) da smartphone? Neanche io.

Marketer e Developer

Obiettivi poco realistici

Mktg: "Allora, dall’analisi fatta con i potenti mezzi del foglio Excel, ho dedotto che dobbiamo avere 10.000 download il primo giorno di lancio e arrivare a fine mese a ridosso dei 500.000 perché dobbiamo partire in grande altrimenti il business model non è sostenibile.

Solo se avremo questi numeri potremo mettere subito in produzione gli upgrade successivi con le nuove feature, altrimenti stiamo sicuramente perdendo tempo".

Ha fatto più danni la supina acquiescenza alla tirannia del foglio Excel che il neoliberismo selvaggio dell’ultima crisi finanziaria internazionale.

Un business model è per sua natura mutevole nel corso del tempo e non si può caricare di aspettative "poco realistiche". 

Marketer e Developer

Perdersi tra branding ed estetica

Dev: “Io non vedo proprio l’esigenza di continuare a modificare il layout grafico visto che secondo me andava benissimo quello precedente e tra l’altro non voglio 'sporcare' il mio lavoro mettendo dei loghi ovunque oppure quei colori strani”

Quest’ultimo è senz’altro il caso più comune. Probabilmente però anche quello che crea più danni all’interno e all’esterno dell’azienda. Il rischio è quello di mettere sul mercato un prodotto privo del carattere aziendale che dovrebbe essere il suo marchio di fabbrica. Un po’ come successe per l’Alfa Romeo Arna.

In conclusione proviamo a trovare un trade-off tra questi 2 punti di vista che potrebbero sembrare opposti, ma che se opportunamente mixati decretano il successo di qualsiasi iniziativa aziendale o personale.

Il mio primo professore di marketing definiva la sua materia di insegnamento come l’arte di creare consenso attorno a qualcosa (prodotto, servizio, idea, ecc.).

Lo sviluppo è esso stesso un momento di creazione, tanto è vero che alcuni esponenti del MIT definiscono i developer e i digital designer come gli artisti del Terzo Millennio.

Bene, se quindi focalizziamo l’attenzione sulla "bellezza intrinseca" di un progetto, inevitabilmente attireremo l’attenzione anche di chi sarà l’utilizzatore finale, oltre a coinvolgere in ugual misura sia Marketer che Developer nella buona riuscita di questa creazione artistica.

Quindi il mio suggerimento è: più creatività, meno fogli excel, e più bellezza e meno fredda execution.

Del resto qualcuno prima di me aveva detto che la Bellezza salverà il Mondo, volete che almeno non salvi il rapporto tra Marketer e Developer? 

Anche nel mondo digitale questa guerra tra mondi può generare molte vittime e la vittima più importante potrebbe essere proprio la vostra azienda.

Scritto da

Mauro D'Amico 

Sales&Marketing Strategist

Esperto di Lead Generation e Digital Trasformation, medita da tempo se dedicarsi full-time al digital startupping.

Condividi questo articolo


Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy