Epic Win/Fail Social

Barbara d’Urso, Family Day e tutti gli altri epic win/fail social della settimana

Un'altra settimana di gestione a volte sapiente, a volte un po' meno, dei profili social pubblici più popolari

Come diventare Social Media Manager? Scopri il Master Online in Social Media Marketing + Factory di Ninja Academy: impara la teoria online e mettiti alla prova lavorando come se fossi nel Social Media Team di Ceres!

Eccoci anche questa settimana per un resoconto dei peggiori scivoloni e migliori virtuosismi del mondo social. Molti dei temi trattati dai brand sono arrivati direttamente dalle prime pagine dei giornali: qualcuno ha saputo sapientemente fare il verso allo strafalcione delle statue coperte, altri hanno parlato del Family Day.

Ma andiamo in ordine e cominciamo con qualche

WIN

Questa settimana il primo premio va indubbiamente ai The Jackal, che per festeggiare un milione di fan su Facebook hanno mostrato con un divertentissimo video com'è stato essere ospiti di Barbara d'UrsoPomeriggio Cinque. Sicuramente è di dovere una menzione d'onore anche alla presentatrice, che con tanta autoironia si è prestata a fare la parte di se stessa.

Per festeggiare il milione di fan su Facebook siamo stati ospitati dalla regina di Canale 5! Però qualcosa è andato storto...

Pubblicato da the JackaL su Venerdì 29 gennaio 2016

Passando ad un argomento di attualità, parliamo di Family Day. Sono tanti i brand che hanno detto la loro sostenendo la causa dei diritti delle coppie omosessuali, ma forse è stata IKEA a sapersi distinguere andando oltre il semplice post. Stiamo parlando dell'evento organizzato in tutti i punti vendita proprio in concomitanza con la manifestazione al Circo Massimo. L'invito, rivolto alle coppie di ogni genere, era a recarsi in uno degli store semplicemente per un bacio. Non ci stupiamo però: già da tempo IKEA si dimostra aperta ad ogni tipo di famiglia dicendo la sua ogni volta che il tema torna a galla.

social_win_fail_2

Ancora una volta ci tocca parlare di Ceres: come sempre team social dedicato al brand si è dimostrato affilato come un coltello Miracle Blade III (la serie perfetta) e ha saputo far rimbalzare la palla delle statue coperte dalla propria parte del campo.

social_win_fail_3

FAIL

Questa settimana il primo fail ce l'ha offerto Coca Cola, che ha offerto la possibilità di creare GIF personalizzate da condividere sui social senza prevedere le potenziali conseguenze. La community di Tumblr, infatti, non si è fatta scappare l'occasione di utilizzare l'utility per scrivere qualche messaggio particolare sulle animazioni. Qualcuna è simpatica e inoffensiva, qualcun'altra associa direttamente il prodotto a concetti poco rinfrescanti.

social_win_fail_6

social_win_fail_5

E per concludere entriamo in un territorio delicato, soprattutto in Italia: quello del calcio. Sappiamo bene che per qualcuno (i non interisti) questo potrà essere considerato un win su tutti i fronti, ma dal punto di vista di marketing puro, a nostro parere si tratta di un fail. Parliamo del post pubblicato da Barilla nei confronti dell'Inter.

social_win_fail_4

Un post di questo tipo è pensato per far divertire gli appassionati di calcio, ma in realtà solletica solo l'umore dei tifosi della squadra non interessata. Gli interisti però non possono risultare che infastiditi, e questo non è ottimale considerato che anche loro sono potenziali clienti del brand. E chi dice che certe cose non vanno prese così sul serio, e che si sta facendo ironia, dovrebbe ricordarsi che in Italia non si può scherzare su due cose: la mamma e la squadra del cuore.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY