Dicembre 2008 – Subvertising: Street Museum, l'arte del guerrilla marketing

Street Museum: L'arte del Guerrilla Marketing

Carissimi,

è con grande soddisfazione che riportiamo in questi luoghi la gioia che ci ha dato Subvertising, mensile gratuito in formato pdf di cui siamo lettori voraci, nel pubblicare la notizia di una delle ultime fatiche di Ninja Lab, ideata e sviluppata per Street Museum di Tim Tribù.

Street Museum è un contest che sta avendo molto successo, ideato nel tentativo di mettere insieme il guerrilla e l’user generated content, progettando un museo 2.0 dove tutti noi possiamo diventare artisti, attraverso le opere di street art, curatori e piccoli guerriglieri.

Basta incorniciare le opere viste in strada e proporle al museo online www.streetmuseum.it.

L’obiettivo finale è realizzare il più grande “museo online a cielo aperto”.

Continua a leggere

IIR presenta Marketing e Comunicazione Non-Convenzionale. Milano, Febbraio 2009

Amici Ninja,

Vi segnaliamo un’ interessante iniziativa proposta da IIR – Istituto Internazionale di Ricerca.
Il 17 e 18 Febbraio 2009, a Milano, appuntamento con Nuove Forme di Marketing e Comunicazione Non-Convenzionale. In un momento di grande incertezza dei mercati, un approfondimento sulle tecniche di marketing/comunicazione che consentono di ottenere la massima awareness ad investimenti contenuti.

Il 16 Febbraio, ad aprire la tavola rotonda il nostro Alex Giordano con il workshop Non-Convenzionale: Potenzialità e Misurabilità degli approcci alternativi al marketing.

Continua a leggere

Street Museum sul numero 13 di Subvertising

Street_Museum_su_Subvertising_3Ovviamente noi di Ninja siamo lettori voraci di Subvertising, mensile gratuito, in formato pdf, dedicato al guerrilla marketing ed alla pubblicità non convenzionale. Possiamo dire senza cadere in errore che è il meglio che si può trovare oggi in Italia su questi temi ed è uno stimolo importante per professionisti del settore come lo siamo noi.

E ci piace anche perché, come affermano quelli di Subvertising prima di tutto: “Il direttore responsabile, Francesco Rossi, è noto per le sue ricerche in tutto quel che combatte il classicismo e si contrappone alla normalità”. E questo appunto ci piace moltissimo.

Detto questo, vien da sé che andando a leggere il numero 13 di quest’anno, basato sull’Automotive advertising, il vedere in basso a sinistra della pagina iniziale la parola Street Museum ci ha colpito e messo in fibrillazione.

Continua a leggere