Google dice addio a InBox: “Vi aspettiamo tutti su Gmail”

Google chiuderà il servizio di email a marzo 2019. Per quattro anni è stato spazio per sperimentare nuove funzionalità adottate poi da Gmail

Dopo Reader, Picasa, Spaces, Panoramio e Code, Google dice addio a Inbox,  la casella email potenziata, supportata dall’integrazione di un sistema IA utile all’organizzazione sia dei messaggi sia dell’attività quotidiana lanciata nel 2014. Oggi Mountain View ha annunciato la chiusura del progetto: switch off fissato per il marzo 2019. “Quattro anni dopo aver lanciato Inbox nel 2014 – hanno detto da Mountain View – abbiamo imparato molto su come rendere migliori le email, prendendo spunto da questa esperienza per integrarla in Gmail e aiutare così oltre un miliardo di persone a ottenere il massimo ogni giorno dalla loro posta elettronica. Guardando al futuro, desideriamo adottare un approccio maggiormente concentrato al fine di offrire la migliore esperienza email a tutti. Come risultato, abbiamo previsto di focalizzarci solo su Gmail e dire addio a Inbox alla fine del marzo 2019″

Google chiude Inbox

Il post sul blog ufficiale che annuncia la decisione non spiega le ragioni dietro la scelta: Inbox non è mai riuscito a conquistare gli utenti e verosimilmente Google ha valutato conveniente concentrare le proprie risorse esclusivamente su Gmail, che nonostante il passare del tempo continua a dimostrarsi solido e che ancora oggi viene preferito alla sua più giovane alternativa.

Opportunità per sperimentare

“Inbox – spiega l’azienda – ha costituito una grande opportunità per sperimentare nuove idee come, come Smart Reply, lo snoozing delle email a più tardi e l’implementazione delle più avanzate feature di intelligenza artificiale per le risposte smart, i promemoria dei messaggi in sospeso e le notifiche a elevata priorità per rimanere produttivi”. 

Ci vediamo su Gmail

L’invito rivolto agli utenti è dunque quello a spostarsi su Gmail. Sarà questa in futuro l’unica casella di posta elettronica offerta dal gruppo, rinnovata nel mese di aprile con l’introduzione di nuove funzionalità, alcune ispirate proprio a quelle già sperimentate su Inbox come la composizione automatica dei messaggi. “Sappiamo che il cambiamento può essere difficoltoso, così abbiamo creato una guida per aiutarvi ad effettuare il passaggio da Inbox al nuovo Gmail in modo semplice. Tutte le vostre conversazioni vi stanno già aspettando in Gmail. Ci vediamo lì.