Mobility

Apple aumenta la sua flotta di veicoli a guida autonoma del 27% in quattro mesi

Il programma è super segreto ma il permesso ottenuto dall'azienda per i test svela qualche informazione

Apple continua a investire nei veicoli a guida autonoma per i test della sua flotta in California, aumentandone le unità del 27% in soli quattro mesi, secondo i dati del California Department of Motor Vehicles.

L’azienda dispone adesso di 70 veicoli completamente autonomi e autorizzati a eseguire test di circolazione su strade pubbliche, come riportato da Mac Reports. In ogni caso, la normativa prevede che sia presente un conducente a bordo in grado di intervenire in situazioni di pericolo afferrando tempestivamente i comandi.

LEGGI ANCHE: Presto vedremo veicoli a guida autonoma anche per le strade di Londra

Negli ultimi 18 mesi, Apple è passata da soli tre veicoli a guida autonoma a 27 in gennaio, 55 a maggio e approda ora al numero di 70. Dopo GM Cruise con 175 unità ammesse ai test di prova e Waymo (88), Apple ha la terza flotta più grande di veicoli abilitati ai test su strada pubblica.

apple rapporto fornitori

LEGGI ANCHE: Elon Musk vuole ricomprare le azioni di Tesla, lo ha detto su Twitter

Il programma di Apple sui veicoli a guida autonoma è segreto

La compagnia non svela i suoi piani riguardo allo sviluppo e l’impiego di questi veicoli e il conteggio del numero delle unità risulta uno dei pochi metodi efficaci per tenere sotto controllo la situazione e capire cosa stia succedendo (o prevedere ciò che potrebbe succedere). Il permesso ottenuto dalla CA DMV, l’agenzia responsabile del monitoraggio degli AV nello stato, è l’unica conferma ufficiale che questo programma esista, anche se Tim Cook ha recentemente fatto riferimento all’interesse della società nei sistemi autonomi.

apple2

LEGGI ANCHE: Ansaldo STS collauda in Australia il primo treno a guida autonoma

Nel mese scorso, Apple aveva reso noto un primo incidente a bassa velocità. La media di questo tipo di incidenti tende a salire considerato il numero maggiore di veicoli a guida autonoma immessi in circolazione. La stragrande maggioranza sono incidenti minori a basse velocità.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?