Novità

Anche YouTube ora supporta i video verticali da desktop

Via le barre laterali nere nella visualizzazione, da ora il video si adatterà automaticamente

I Fondamentali: Strategy, Engagement & Advertising. Scopri il Corso Social Media Power di Ninja Academy – formula Online + Aula Pratica (opzionale) a Milano, con Veronica Gentili, Luca La Mesa e Filippo Giotto.

Nella versione da desktop ora anche YouTube mostrerà i video verticali senza barre nere laterali.

La piattaforma video, infatti, ha rilasciato venerdì scorso un aggiornamento in base al quale le proporzioni del video vengono ridimensionate automaticamente in base allo schermo del computer da cui lo si sta guardando.

La funzionalità, già attiva sui dispositivi mobili iOS e Android, in pratica rimuove le barre nere che prima erano visualizzate attorno ai video verticali, espandendo il video se possibile, o sostituendo il nero con un’area bianca.

LEGGI ANCHE: YouTube mette 25 milioni per chi fa contenuti di qualità

youtube video verticali

La nuova funzione per i video verticali in risposta ai competitor

La funzionalità riguarda sia i video verticali che quelli in 16:9 standard e quelli in 4:3. Anche per questi formati, infatti, il video sarà adattato allo schermo, rendendo migliore la fruizione da parte degli utenti.

La novità, che potrebbe sembrare di poca rilevanza, mette invece finalmente in linea anche YouTube con le piattaforme rivali, in cui i video verticali erano già mostrati senza barre nere laterali. Sembra essere, inoltre, una risposta al lancio della IGTV di Instagram, che punta a sottrarre traffico, tra gli altri, anche alla piattaforma video di Google.

LEGGI ANCHE: YouTube cambia: canali video a pagamento e più soldi ai creator

youtube video verticali 2

I problemi nella fase di lancio

L’aggiornamento è stato annunciato tramite i forum degli utenti, ma qualche lamentela rispetto alla nuova funzione sembra essere già arrivata, dato che in molti sostengono che l’aggiornamento renda i video ancora più piccoli, tagliando parti di video o riducendone la qualità di riproduzione.

Si tratta di una serie di problemi a cui YouTube dovrà certamente dare risposta, aggiornando la nuova funzionalità per risolvere problemi forse imprevedibili prima del rilascio, che si può presumere sia avvenuto in tempi ristretti e senza la solita fase di test preliminare.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?