In orbita

SpaceX, Elon Musk accelera: vuole un equipaggio sul suo Falcon 9

Dopo aver mandato in orbita il satellite Telstar 19 Vantage, il Falcon 9 di Musk inizia a fare sul serio: conto alla rovescia per lanci con uomini a bordo

E’ il tredicesimo lancio nel 2018 per SpaceX e il ventiseiesimo atterraggio di successo per un razzo Falcon 9: con questi numeri ieri SpaceX ha portato a termine ieri l’ultima missione in ordine di tempo del Falcon 9 in configurazione Block 5. L’obiettivo, centrato, era la messa in orbita del satellite Telstar 19 Vantage. Non solo numeri. Quella di ieri è stata una prova importante, ma il vero obiettivo è servire come mezzo di trasporto per gli astronauti della NASA alla Stazione Spaziale Internazionale. Ma per ospitare persone a bordo c’è ancora bisogno di lavoro.

musk

LEGGI ANCHE: Una stampante 3D produrrà nello spazio gli organi che useremo sulla Terra

Voli con equipaggio

Prima di poter trasporta un equipaggio, la NASA ha richiesto almeno 7 voli di prova in configurazione definitiva, quindi con serbatoi di elio inclusi: probabilmente il prossimo lancio del Falcon 9 Block 5 sarà il primo di questi sette. Ed Elon Musk vuole fare in fretta.

Riutizzabile in 24 ore

Il CEO di SpaceX, Elon Musk, ha detto infatti che che il Block 5 d’ora in poi non avrà bisogno di alcuna manutenzione per i prossimi 10 voli, risulterebbe appunto già riutilizzabile in sole 24 ore dopo l’atterraggio e potrebbe potenzialmente volare fino a 100 volte prima di essere dismesso. Fino ad oggi, le missioni di SpaceX hanno visto un intervallo minimo di due mesi e mezzo, ovvero il tempo passato tra il lancio del precedente Block 5 di maggio e quello di ieri.