In azienda

Slack vuole semplificarci il lavoro e si compra Missions

Slack, la società di Stewart Butterfield, ha acquisito una startup (la terza) di Denver per automatizzare le attività quotidiane dei team nelle aziende

Una piccola startup (meno di 10 dipendenti) che si occupa di software, basata a Denver, che ha sviluppato una tecnologia che consente agli utenti di creare strumenti per automatizzare le routine di lavoro, senza mettere mano al codice. Si chiama Missions, ed è la terza società ad essere acquisita (per un prezzo non dichiarato) da Slack, compagnia che ha sviluppato l’omonimo pacchetto di strumenti di collaborazione aziendale utilizzato per inviare messaggi in modo istantaneo ai membri di un team. Meno di una settimana fa Microsoft ha annunciato una versione gratuita del suo servizio Teams.

slack

credits slackhq.com

Semplifica i processi

A riportarlo questa mattina Fortune, secondo cui la tecnologia di Missions consentirebbe di personalizzare Slack senza dover consultare lo staff IT dell’azienda. La personalizzazione fornita da Missions ha una gamma di potenziali usi. Ad esempio, Slack ha detto che può facilitare i processi di assunzione e secondo Brian Elliott, vice presidente e general manager della piattaforma può semplificare “il processo di inserimento di un nuovo dipendente nella società,  dai documenti fiscali da firmare, alle guide da leggere fino alle persone da incontrare. Il team di Missions – ha aggiunto – si è basato su Slack per un lungo periodo e conosce profondamente il nostro prodotto e le esigenze dei nostri clienti. Insieme, saremo in grado di sbloccare la potenza della piattaforma e aiutare i team a svolgere il lavoro più rapidamente”.

Le altre acquisizioni di Slack

Nel 2014, Slack aveva acquisito Spaces, startup californiana che aveva sviluppato un sistema che consentiva ai team di lavorare insieme su uno stesso documento: testi, file, immagini, frammenti di codice. Era stata fondata un anno prima dall’imprenditore seriale Simon Vallee e da un ex ingegnere di Google Hans Larsen. Nel 2015, la seconda acquisizione: Slack si compra per 1,8 milioni di dollari Screenhero (strumenti web di collaborazione in tempo reale).