Driverless car

Uber licenzia 100 autisti di veicoli a guida autonoma dopo l’incidente mortale di Tempe

Gli autisti sono invitati a candidarsi per ricoprire le nuove posizioni più specializzate

Uber ha licenziato un certo numero di autisti addetti alla supervisione della sicurezza dei veicoli autonomi a Pittsburgh, dopo l’incidente avvenuto in Ariziona, a Tempe, che è costato una vita umana. Questa a notizia riferita da Quartz che è poi stata confermata dalla società

L’azienda ha informato in un incontro le circa 100 persone coinvolte nel progetto come autisti/supervisori dei veicoli senza guidatore che le loro posizioni sarebbero state chiuse. I test in Nord America erano stato sospesi immediatamente dopo l’incidente dello scorso 19 marzo, ma i guidatori erano rimasti sul libro paga.

Uber driverless car

LEGGI ANCHE: Uber sceglie Berlino per il suo servizio di bike sharing elettrico

Lo sviluppo delle autovetture a guida automatica sembra ora ridimensionato, anche se non del tutto abbandonato. Uber prevede di creare 55 nuove posizioni più specializzate, per test su strada e su pista. I conducenti licenziati sono stati invitati a candidarsi per ricoprire queste posizioni; le candidature verranno infatti valutate in via prioritaria per chi ha già contribuito alla crescita dell’azienda.

Meno guidatori ma più specializzati per Uber

L’11 luglio l’azienda ha convocato un incontro per informare circa 100 addetti alla sicurezza – dipendenti che viaggiano con i veicoli a guida autonoma di Uber e monitorano le loro operazioni – che le loro posizioni sarebbero state chiuse, secondo il rapporto. I piloti erano rimasti sul libro paga anche se Uber ha sospeso i test di auto-guida in Nord America dopo il micidiale incidente del 19 marzo in Arizona.

LEGGI ANCHE: Ride sharing: Daimler mette 175 milioni su Taxify e sfida Uber

“Il nostro team è impegnato a costruire tecnologie di auto-guida sicure e non vediamo l’ora di tornare sulle strade pubbliche nei prossimi mesi”, ha detto un portavoce di Uber in una nota.

Un rapporto preliminare del National Traffic Safety Board ha dichiarato che il veicolo non aveva mostrato alcun segno di frenata prima di investire la povera Elaine Herzberg, uccidendola. La polizia di Tempe ha riferito che il conducente stava guardando The Voice sul suo telefono al momento dell’incidente.

Lo scorso maggio, l’amministratore delegato di Uber, Dara Khosrowshahi, ha affermato che la società riprenderà i test di auto-guida in “pochi mesi”. Successivamente, The Information ha riferito che Uber stava già programmando per agosto una potenziale data di inizio.