Reputazione

TrustPilot e il potere delle recensioni (un’opportunità per il Search Marketing)

Le recensioni sono contenuti creati dagli utenti con cui i potenziali clienti di un’azienda entrano in contatto. Ne parliamo con Claudio Ciccarelli, Country Manager di Trustpilot in Italia

Le recensioni dei clienti fanno parte di un meccanismo già ben conosciuto per migliorare le prestazioni del marketing digitale di un’azienda. Permettono ad ogni business di raccogliere con semplicità i feedback dei clienti, analizzarli e modellare l’esperienza fornita agli acquirenti di conseguenza. “Tuttavia – ha spiegato Claudio Ciccarelli, Country Manager di Trustpilot in Italia – ciò che ancora molti non comprendono è il loro valore potenziale dal punto di vista del Search Engine Marketing (SEM)”. I marketer realizzeranno presto che il content marketing “è diventato uno dei modi più importanti per coinvolgere il pubblico online, che si tratti di blog, social media o GIF. Le recensioni possono essere viste proprio in questo modo, ossia come contenuti creati dagli utenti con cui i potenziali clienti di un’azienda entrano in contatto”. Ma soprattutto, si tratta di contenuti autentici e ritenuti ampiamente affidabili. Per un motore di ricerca che deve individuare le pagine più autorevoli da far apparire nei risultati e classificarle, è logico considerare le recensioni in questo processo.

Peter Mühlmann, fondatore e CEO di Trustpilot – credits Index Ventures

Valore aggiunto alla SEO

Ciccarelli ha messo in evidenza come “i motori di ricerca lavorano secondo degli algoritmi che indicizzano un’enorme quantità di informazioni per presentare i risultati ai consumatori. Ciò di cui molte persone non si rendono conto – ha precisato – è che i dati relativi alle recensioni hanno un ruolo fondamentale nel modo in cui vengono organizzate le informazioni. Perché? Perché Google ha stabilito che le recensioni generate dagli utenti sono un ottimo modo per determinare quali siti sono maggiormente credibili e ha tenuto in considerazione tutto ciò nel suo algoritmo”. In particolare, sottolinea, “i Rich Snippet, ossia i markup di dati strutturati dei contenuti del proprio sito, permettono di apparire più in alto nei risultati di ricerca”.

L’arma vincente

Ciò potrebbe sembrare un piccolo accorgimento, ma solitamente  i siti che integrano i Rich Snippet per le recensioni registrano un aumento del 35% del traffico. “Analogamente – chiarisce Ciccarelli – le recensioni vengono raccolte da Google e usate nelle ricerche a pagamento. Le stelle relative si chiamano in questo caso “Google Seller Rating” e si distinguono dalle altre pubblicità PPC che compaiono sulle pagine dei risultati di ricerca. I consumatori possono quindi essere l’arma vincente del Search Marketing, aiutando ad incrementare le conversioni, apparire più in alto nella ricerca organica, generare più clic e mettere in evidenza la propria pubblicità”.

Aiutare il proprio marchio a distinguersi

Al giorno d’oggi, il marketing online si basa sui contenuti. Che si tratti di un’azienda B2C o B2B, sono sempre i contenuti di qualità a coinvolgere il pubblico e incoraggiarlo a concludere un acquisto online. Le recensioni possono rappresentare un’arma vincente per il content marketing. Dopotutto, le testimonianze autentiche dei clienti sono sempre state le fonti d’informazione più affidabili e convincenti per gli altri acquirenti, siano esse opinioni online o acquisite chiacchierando con un amico in un bar.

La trasparenza e le conversioni

“L’abbandono del carrello – entra nel dettaglio il country manager – è uno dei maggiori problemi nel settore dell’e-commerce, con un tasso medio del 69,23%. In un punto cruciale del percorso d’acquisto, i consumatori cercano la prova che l’azienda a cui si stanno rivolgendo sia la scelta giusta per loro. La fiducia online è fondamentale e aiuta i consumatori a prendere una decisione. Aggiungere delle convalide di terze parti al proprio sito, ad esempio, renderà gli acquirenti più propensi a fidarsi dell’azienda in questione e del suo adv. Ciò li incoraggerà anche a lasciare una recensione positiva dopo aver avuto una bella esperienza, dimostrando ulteriormente che l’azienda si impegna ad essere affidabile e trasparente”.

Il traffico in guadagni

Un miglioramento della propria reputazione aziendale trasformerà il traffico in guadagni. “Uno studio di Harvard ha rivelato che un incremento di una stella nella valutazione relativa ai risultati di ricerca di Google ed ai siti di recensioni può provocare un aumento delle vendite fino al 9%”. Mostrare le recensioni sul proprio sito e all’interno della propria pubblicità infonde ai potenziali acquirenti più sicurezza e fiducia nei prodotti o servizi. “Ad esempio, Just Mortgage Brokers, dopo aver integrato le recensioni dei clienti sul proprio sito, ha ridotto il tasso di rimbalzo e incrementato il tasso di conversione del 57%. È giunta l’ora di ripensare al modo in cui gestire le recensioni dei clienti che non sono solo un meccanismo di feedback, ma costituiscono un modo per guadagnare autorevolezza per il proprio marchio e dovrebbero quindi essere parte di una precisa strategia di Search Marketing”.