Mobility

VIDEO Grazie a una startup voleremo da Londra a New York in 3 ore

Boom è il nome della startup che sta lavorando ad un aereo da 45/55 posti in grado di raggiungere una velocità massima di 2.2 Mach

Si chiama Boom, più o meno come il suono prodotto dagli aerei quando viaggiano ad una velocità superiore alla velocità del suono. E forse non è un nome scelto a caso, visto che si tratta di una startup che sta lavorando a un aereo da 45/55 posti in grado di raggiungere una velocità massima di 2.2 Mach. Tradotto, vuol dire che riusciremo a raggiungere New York, partendo da Londra, in 3 ore e 15 minuti, più o meno come ora in treno Roma-Milano. Il velivolo che la società (finanziata da Richard Branson, appassionato di innovazione aerospaziale e sviluppo di voli commerciali ad alta velocità) sta testando in un hangar all’Aeroporto Centennial di Denver, in Colorado, si chiama XB-1 e che non si tratti di un progetto campato per aria lo dimostrano anche i 10 milioni di dollari ( investiti nel progetto da Japan Airline.

startup

Anche Boing sull’aereo ipersonico

Anche Boeing sta lavorando ad un prototipo di un aereo passeggeri ipersonico, da ultimare entro il 2030. Il concept del velivolo è stato presentato la scorsa settimana ad Atlanta. Secondo Boeing, l’aereo viaggerebbe otto volte più velocemente degli aerei passeggeri di oggi, e due volte e mezzo più veloce del Concorde.