Case study

Come si può applicare lo storytelling all’UX design di un sito web

Il nuovo sito di Grand Hotel a Villa Feltrinelli è un esempio di come sia possibile raccontare tradizione e storia attraverso le pagine, i font e il design di un classico website

Company News

Gli aggiornamenti (direttamente) dalle aziende

    Come si può esprimere eleganza, storia e fascino attraverso gli strumenti digitali? Ad esempio attraverso un sito web che si adatti a raccontare in modo nuovo la classicità e la tradizione, come ha fatto AQuest per Grand Hotel a Villa Feltrinelli.

    Raccontare la storica residenza, è stato questo il punto cardine su cui costruire il nuovo sito web, con un racconto che oggi si suddivide in più pagine e capitoli, in grado di esprimere ciò che significa soggiornare in questa struttura unica al mondo.

    LEGGI ANCHE: 4 aspetti da curare per migliorare le tue campagne di marketing coi social media

    1

    Le caratteristiche del nuovo sito di Villa Feltrinelli

    Con il nuovo sito eleganza e storia sono state espresse attraverso una nuova chiave comunicativa: la navigazione del sito, a scorrimento orizzontale (e non verticale come accade in genere), emula lo sfogliare le pagine di un libro, un racconto che avviene tramite immagini e testi.
    Attraverso l’uso di un particolare layout a moduli, le pagine del sito possono essere impostate in modo sempre differente, per variare la narrazione e offrire all’utente un’esperienza di navigazione immersiva, più simile a quella di chi sta leggendo una rivista che a quella del classico sito web.
    Il minimalismo della piattaforma più moderna contribuisce così ad evidenziare pregi e unicità del Grand Hotel a Villa Feltrinelli.

    Anche la scelta dei font dei testi, lo snellimento dei riferimenti grafici e il logo della struttura sono stati semplificati per dare massima espressione a contenuti già importanti di per sé.

    2

    Lo storytelling applicato al digital

    Il nuovo sito di Villa Feltrinelli, insomma, è un esempio di storytelling applicato al digital, in cui anche il cambio di tonalità impercettibile tra una sezione e l’altra guida l’utente lungo la narrazione, immergendolo nella realtà parallela che si vive nella struttura, dove si è avvolti da serenità, silenzio e magnificenza.