TV

Cosa è successo durante finale di The Voice of Italy 2018 (che abbiamo visto live)

Maryam, la vincitrice di questa edizione, ha subito alcuni episodi di bullismo nella sua vita, ma ha finalmente raggiunto il suo grande sogno

Le prime parole di Maryam, la vincitrice dell’edizione di The Voice of Italy di quest’anno. sono state parole di rivincita nei confronti di chi le diceva che non avrebbe mai raggiunto i suoi obiettivi e che la prendeva in giro per il suo aspetto. Maryam, che ha subito molti episodi di bullismo nella sua vita, ha finalmente raggiunto il suo grande sogno ed ha ringraziato il suo coach Albano per aver creduto in lei.

«A tutti voi che mi avete detto che non ce l’avrei fatta, voglio dirvi che io ora sono qui, a differenza vostra che ora siete a casa a continuare a parlare male degli altri. Solo questo potrete fare nella vostra vita».

L’esperienza intrapresa a The Voice of Italy 2018 dalla giovane cantante di Napoli l’ ha cambiata moltissimo: dalle blind auditions all’ultima puntata dice di essere riuscita “a migliorare i suoi movimenti ed a gestire il palco”. Pensava di non esserne capace ed ha scoperto dei lati di sé che non conosceva affatto. Ed il pubblico l’ha premiata.

Negli anni precedenti le belle voci all’italiana all’interno dei talent show non venivano pienamente riconosciute. E lei è una delle poche con una voce super tecnica ed impostata, ma allo stesso tempo davvero emozionante, ad essere riuscita a far breccia nel cuore dei molti telespettatori.

Abbiamo partecipato in studio alla diretta live e ogni volta che Maryam cantava siamo rimasti sempre a bocca aperta.

Seppure gli altri tre finalisti siano stati davvero sorprendenti e talentuosi, Maryam è l’unica che, alla fine di ogni esibizione, riceveva una unanime e spontanea standing ovation.

maryam tancredi, the voice of italy 2018

La serata

La diretta live, come preannunciato, si è aperta con un omaggio dei quattro finalisti al dj svedese Avicii, scomparso di recente. I giovani cantanti si sono esibiti sulle note di “Wake Me Up”, il suo successo internazionale del 2013: un momento davvero emozionante, reso ancora più intenso dalla bellissima coreografia.

In apertura della serata c’è stata, poi, la prima delle tante sorprese: l’annuncio, da parte del conduttore Costantino della Gherardesca, che Albano è diventato per la prima volta nonno: la figlia Cristel, infatti, ha partorito poche ore prima il suo bimbo a Zagabria, terra del padre Davor Luksic. Queste le parole di Albano: «Riflettevo che la parola nonno ripete due volte ‘no’, non capisco perché! È una emozione bellissima invece».

La prima fase della serata è iniziata con tre prove per i finalisti: una cover, un duetto con i coach e l’esibizione del proprio inedito. Siamo rimasti affascinati dai duetti con i coach: Beatrice Pezzini ha cantato con il proprio coach il brano “Piccole Cose”, firmato dallo stesso J-Ax con Fedez; Asia Sagripanti ha cantato con il suo coach il brano “L’amore altrove”, canzone dello stesso Renga; Andrea Butturini si è esibito con la coach Cristina Scabbia cantando la canzone “Under Pressure” dei Queen nella versione di Annie Lennox e David Bowie; Maryam Tancredi ha duettato con Albano proponendo al pubblico la canzone “The Prayer” di Andrea Bocelli e Celine Dion. A nostro parere sono stati davvero tutti bravissimi, ma un’esibizione particolare ha suscitato pareri contrastanti. Secondo J-Ax nel duetto tra il finalista Andrea Butturini e Cristina Scabbia “è uscita di più Cristina”, invece che l’artista in gara.

Dopo aver esibito i propri inediti (“Arriverà l’estate” di Beatrice, “La risposta” di Andrea, “Gravità” di Asia, “Una buona idea” di Maryam), è arrivato il responso del televoto, che ha visto Asia Sagripanti come prima eliminata . Francesco Renga, piuttosto dispiaciuto, ha detto che Asia è un talento a tutto tondo, con una scrittura che le invidia (ricordiamo, infatti, che il brano inedito è stato scritto interamente da lei).

La seconda fase della serata ha visto i tre finalisti affrontare due prove: il duetto con una star internazionale e l’esibizione di un’altra cover. Andrea, Maryam e Beatrice hanno duettato con Betta Lemme nella sua hit “Bambola”, dopodiché hanno cantato le seguenti cover: Beatrice si è esibita con “Million Reasons” di Lady Gaga; Maryam ha cantato “Ho difeso il mio amore” dei Nomadi; Andrea ha eseguito “In my blood” di Shawn Mendes. Tutte e tre queste ultime esibizioni sono state accompagnate da una coreografia che ci ha meravigliato, per l’atletismo dei ballerini e per la bellezza dei movimenti.
Questa fase ha visto Andrea Butturini come secondo eliminato.

Dopo che Costantino ha ricordato i 25 anni di carriera di J-Ax , ha avuto inizio la terza ed ultima fase.

Beatrice Pezzini (team J-Ax) ha cantato la cover di Irene Grandi “La tua ragazza sempre”, mentre Maryam (team Albano) ha affrontato la difficile canzone di Sam Smith “Too good at goodbyes”. È proprio Maryam che, grazie all’esibizione di questa complicatissima canzone, si aggiudica il primo posto in classifica a The Voice of Italy 2018, con il 64, 81% dei voti.

Maryam si è portata a casa un contratto con la Universal Music Italia. La portatrice del bel canto, tra le lacrime, è riuscita ad esaudire il suo grande sogno nel cassetto ed a combattere tutti i pregiudizi nei suoi riguardi.

Le sue prime parole in sala stampa sono state le seguenti: «Spero di continuare a vivere di musica. Non ho un piano B. La musica è l’unico modo con cui riesco a comunicare le mie emozioni».