Cinema

Google dedica il primo Doodle in realtà virtuale a Georges Méliès

Google celebra il regista francese di À la conquête du pôle e Voyage dans la Lune: è considerato tra i padri degli "effetti speciali"

Google celebra con un Doodle interattivo a 360 gradi in realtà virtuale il regista francese e pioniere del cinema Georges Méliès, considerato il papà degli effetti speciali. Il motivo? Oggi è l’anniversario di À la conquête du pôle, pellicola del 1912, e vero capolavoro. E per celebrare le gesta di un regista tanto rivoluzionario Google ha voluto realizzare un Doodle altrettanto visionario, il primo interattivo a 360° o in realtà virtuale. A Mountain View spiegano così la scelta: “Sono numerose le soluzioni cinematografiche tecniche e narrative che Méliès ha inventato agli albori del cinema, in particolar modo per l’utilizzo degli effetti speciali e per la creazione di alcuni dei primi film di fantascienza. Trascorso ormai più di un secolo dobbiamo allo spirito pionieristico di Georges Méliès buona parte dei prodigi cinematografici e degli effetti speciali odierni”.

Amici miei, mi rivolgo a tutti voi, stasera, per ciò che davvero siete… illusionisti, sirene, viaggiatori, avventurieri e maghi… Venite a sognare con me (Georges Méliès)

google

Doodle in VR

Il Doodle è stato sviluppato in collaborazione con i team di Google Spotlight Stories, Google Arts & Culture e della Cinémathèque Française. Hélène Leroux, scenografa del Doodle, è entrata nei dettagli del progetto. “Méliès – ha spiegato – ha portato la magia nel mondo del cinema grazie a un ampio ventaglio di trucchi e illusioni. E noi vogliamo rendergli omaggio utilizzando uno degli strumenti più innovativi e coinvolgenti di cui disponiamo al giorno d’oggi per raccontare una storia: la realtà virtuale”.

Nel Doodle, io e il coregista Fx Goby di Nexus Studios abbiamo voluto mettere in rilievo diversi trucchi ideati da Méliès, trasportando al tempo stesso lo spettatore in una storia e in un mondo intrisi di magia

Per Laurent Mannoni, directeur scientifique du patrimoine de la Cinémathèque française “dobbiamo allo spirito pionieristico di Georges Méliès buona parte dei prodigi cinematografici e degli effetti speciali odierni – ha spiegato – il titolo di uno dei suoi film, L‘Homme-Orchestre, incarna perfettamente lo spirito di Méliès: disegnatore, pittore, caricaturista, mago, direttore teatro Robert-Houdin, scenografo, comico, scrittore, attore, tecnico, appassionato di storie fantastiche, visionario regista di oltre 500 film e proprietario del primo studio in vetro progettato per il cinema. Méliès era coinvolto in ogni aspetto della produzione delle sue opere, dall’ideazione del set alla direzione degli attori”.