Consigli

Il vero networking non si fa (solo) con i bigliettini da visita e i profili LinkedIn

Consigli per sviluppare relazioni produttive a livello operativo, personale e strategico

Fare rete non significa stringere mani e scambiare biglietti da visita o connessioni sui social. O meglio, non solo. Soprattutto quando si tratta di cercare il lavoro dei propri sogni, una nuova opportunità di business o un collaboratore affidabile, la rete dei contatti può rivelarsi preziosa. Come costruire una rete solida quindi?

Innanzitutto concentrandosi sulla costruzione delle relazioni.

Le persone con forti network sociali sono in genere più fiduciose, più felici e più attive. Ma le reti vanno sviluppate con attenzione e facendo riferimento ad una serie differente di ambiti. I tre tipi più importanti di reti che dovresti sviluppare sono quelle operative, quelle personali e quelle strategiche. I primi contatti sono quelli con le persone importanti per gli affari, il secondo tipo si riferisce alle persone con le quali si socializza e con cui si hanno maggiori probabilità di diventare amici, infine le connessioni strategiche sono quelle con le persone con le quali ci si connette per condividere idee e per trovare ispirazione.

Anche se fare networking, detta così, potrebbe sembrare un duro lavoro, con l’aiuto della tecnologia oggi diventa più facile e più realizzabile, magari partendo proprio da LinkedIn, Facebook e Instagram, ma senza fermarsi lì.

Ecco alcuni consigli utili, per partire dai social network e poi allargare le tue reti sociali.

3 network

1. Ripulisci la tua immagine social prima di fare networking

Comincia con l’aggiornare con costanza e coerenza i tuoi profili sui vari social, ricordando che ogni canale ha i suoi specifici argomenti e i suoi strumenti. Una Storia nasce per condividere istantanee della propria vita destinate a sparire dopo 24 ore, mentre un post è fatto per restare e può generare interazioni e commenti anche per giorni, solo per fare un esempio.

Si stima che gli utenti tra i 18 e i 34 anni che modificano più di frequente le proprie immagini profilo ottengano un maggior numero di visualizzazioni.

Tenere aggiornate anche le informazioni del proprio profilo porta ad essere cercati di più, anche dalle aziende.

2. Personalizza ogni elemento del tuo profilo

Secondo gli esperti bisognerebbe avere solo le ultime tre esperienze lavorative pubblicate su LinkedIn. Si può invece dare più spazio alle competenze: almeno cinque per cominciare a rendersi più visibili.

Un altro dato importante dal social professionale è che i profili con un sommario di almeno 40 parole e una descrizione molto personale ricevono più visite.

networking

3. Cura l’immagine

Usa foto vere di te, ma scegli quelle giuste per ogni profilo. Sempre di più oggi l’immagine è in grado di comunicare e descrivere in un colpo d’occhio che tipo di persona sei.

LEGGI ANCHE: Le regole d’oro per motivare il team ed essere un leader migliore

4. Interagisci in modo cordiale

Un consiglio che vale sia online che offline: sii cortese! Inutile perdersi in sterili polemiche nei commenti di un post per affermare il proprio punto di vista in mezzo a mille. Partecipare alle discussioni infatti non significa dover a tutti i costi imporre la propria opinione. Utilizza sempre toni pacati, anche quando parli in pubblico in situazioni che richiedono fermezza. Sii paziente e attendi le risposte degli interlocutori per cominciare a creare la tua rete. I più grandi amori sono nati da storie tormentate!

2 networking

5. Continua a costruire le relazioni online e offline

Conoscere qualcuno online non significa che il vostro rapporto debba continuare a restare relegato nel virtuale. Eventi e meeting possono essere l’occasione per continuare a costruire quelle relazioni anche offline e viceversa. Non temere di inviare un messaggio su WhatsApp al tuo nuovo contatto, ma utilizza i canali che useresti normalmente per parlare con un amico o con un collega. Questo tipo di scambio crea un vero rapporto, destinato a durare nel tempo.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?